« Torna indietro

Conto corrente online

Investimenti e fondi comuni: la situazione oggi in Italia

Pubblicato il 26 Settembre, 2022

Agli italiani piace avere liquidità in contanti e questo è un dato che, ancora oggi, non sembra poter essere confutato. 

A dimostrazione di quanto detto c’è l’analisi FABI incentrata sull’evoluzione finanziaria delle famiglie italiane negli ultimi 10 anni. I risultati emersi parlano chiaro: i risparmiatori italiani si trovano, oggi come oggi, a dover fronteggiare un quadro economico ricco di difficoltà ed è per questo motivo che, tra tradizione e novità, sono ancora molto ancorati al contante. 

Nello specifico, lo studio in questione che ha come titolo “I risparmi degli italiani dopo 10 anni di Whatever it takes” ci restituisce una nitida immagine del periodo compreso tra il 2011 e il 2021. Un decennio caratterizzato da politiche monetarie espansive e un’inflazione decisamente bassa se non quasi assente. 

L’analisi ha messo in luce alcuni aspetti fondamentali. La ricchezza globale, cresciuta nell’ultimo decennio del 50%, si attesa attorno ai 5.256 miliardi di euro. E la forma preferita di allocazione del risparmio è la liquidità. Ce lo dicono le somme di denaro che vanno a gonfiare i conti correnti e i conti deposito degli italiani. 

Non si può parlare negli stessi termini delle obbligazioni. Nel corso dello scorso decennio, infatti, queste ultime hanno perso circa il 67%. A crescere, invece, è il favore verso le azioni. 

Cosa ci dice, quindi, l’analisi FABI? Che le famiglie italiane tendono a difendere la loro ricchezza, anche se l’inflazione va a erodere la liquidità così come lo fanno i bassi profitti. 

Per questo motivo risulta essere sempre utile una pianificazione degli investimenti e della gestione dei propri risparmi. Qui entra in gioco l’importanza, oggi sempre più rilevante, dell’educazione finanziaria che permette di individuare quelle che sono le migliori soluzioni per le proprie esigenze. 

Approfondire i vari strumenti a propria disposizione permette di avere una maggiore consapevolezza, studiando quelle che sono le varie tendenze e le soluzioni principali da prendere in considerazione. 

Molto utile, ad esempio, capire cosa sono i fondi comuni di investimento che oggi si configurano come uno degli strumenti più apprezzati dagli italiani. Possiamo dire che alla fine del 2010 il mondo dei fondi comuni di investimento valeva circa il 6% degli asset delle famiglie italiane. La crescita nel corso degli anni è stata costante. Segnaliamo il 13% del 2020 e il 15% del 2021.  Questo è solo un esempio sempre valido per spiegare l’importanza delle conoscenze in ambito finanziario, che possono guidare alla tanto agognata indipendenza economica a cui in molti aspirano in un quadro storico come quello attuale

Skip to content