« Torna indietro

“La Damigella del Re”, Roccarainola torna al Medioevo per tre giorni

Ospite d’eccezione Patrizio Rispo nei panni del re Alfonso d’Aragona.

Pubblicato il 18 Maggio, 2022

La settima edizione della festa medievale “La Damigella del Re” si terrà il 3, 4 e 5 giugno 2022 a Roccarainola, che in questi tre giorni ritornerà indietro nel tempo per rivivere i fasti del Medioevo.

Ospiti d’onore saranno l’attore Patrizio Rispo, che vestirà i panni di re Alfonso D’Aragona, e Nicole Iovine che interpreterà la bella Lucrezia D’Alagno.

Un momento per riscoprire la storia, la cultura e le origini di Roccarainola

La rievocazione storica, nata da un’idea dell’associazione “Lucrezia D’Alagno”, condivisa e organizzata dall’Ente comunale e dalle associazioni del territorio, ha l’intento di creare un’occasione di incontro per riscoprire la cultura e le tradizioni legate alla storia di Roccarainola, oltre a promuovere i siti storici, archeologici e ambientali della cittadina.

“La Damigella del Re” prende spunto da un romanzo storico “Il Romito di San Donato”, scritto da un anonimo napoletano e risalente ai primi decenni dell’800, ambientato nel castello di Roccarainola nel corso degli ultimi anni della dinastia aragonese nel Regno di Napoli.

Compiendo un autentico viaggio nel tempo, riportando l’orologio indietro di 600 anni, Roccarainola rivivrà un suggestivo momento del suo passato medievale, quando giunse in visita al castello medievale, ospite della famiglia D’Alagno, il re Alfonso D’Aragona.

Il calendario degli eventi

Tantissimi gli eventi in programma.

Si parte con l’evento culturale di venerdì 3 giugno con la presentazione del libro “I passi perduti” di Giuseppe Malinconico. Ma la tre giorni vedrà, oltre alle visite guidate ai siti di interesse storico e ad escursioni ambientali, anche un susseguirsi di spettacoli e giochi in compagnia di artisti di strada, giullari, falconieri, animatori per bambini, dimostrazioni di duelli.

Tutto immerso in una scenografia medievale curata nei minimi particolari. Le locande per degustare piatti tipici locali saranno aperte a pranzo e a cena, e le serate saranno allietate da diversi gruppi musicali.

Non mancherà il lato espositivo con stands di prodotti artigianali e gastronomici del nostro territorio e di numerose aziende provenienti da tutta la regione Campania.

L’evento si concluderà con il corteo storico, una sfilata in abiti d’epoca e con lo spettacolare assalto al castello.

Venerdì 3 giugno

Piazza S. Giovanni:

ore 18:00

  • Evento Culturale: presentazione del libro “I passi perduti” di Giuseppe Malinconico;   
  • Apertura di stand prodotti tipici ed artigianali a cura dell’Associazione “Arti, Mestieri, Tradizioni e Folclore”.

ore 19:00

  • S. Messa con offerta del cero al Santo Patrono.

ore 19:30 – Angoli dei sapori con piatti tipici:

  • Apertura delle locande, con la partecipazione dell’Istituto Alberghiero “Carmine Russo” di Cicciano;

ore 20:00 – “AnimaFolkFestival”: musica, cultura popolare e tradizioni.

Sabato 4 giugno

dalle ore 10:00 – Piazza S. Giovanni:

Visite Guidate con prenotazione presso l’info point della damigella:

  •  Siti Storici, Archeologici e Chiese Aperte;
  •  Nel Fantastico Mondo della Natura:  

  Escursioni ambientali per i Sentieri della Foresta Demaniale di Roccarainola (Parco del Partenio).

dalle ore 17:00 – Piazza S. Giovanni:

  • Spettacoli di artisti di strada con giullarate, giocolerie, musici, fuocoleria e Campo d’Armi con: “I Cavalieri del Giglio”; “La Combriccola dei Lillipuziani”; “I Falconieri dell’Irno”; “La Compagnia del Gufo”; “Trampolieri del teatro Onirico”; Mostra didattica “Leonardo, Genio tra i geni”, “Museo Itinerante delle Torture”; “Esposizione di Macchine d’Assedio, Armature ed Armamenti Medievali”; Giochi medievali per bambini e non solo.
  • Apertura di stand prodotti tipici ed artigianali.      

ore 17:30

Corteo del Palio: al rullo dei tamburi e giochi di bandiere, dal Palazzo baronale al Castello scenografico in piazza. Incontro tra Lucrezia d’Alagno e re Alfonso V d’Aragona.

ore 19:00

Benedizione dei “Cavalieri Città Regia” e dei “Balestrieri Terre della Cava”. Abbinamento dei Casali, con la partecipazione degli sbandieratori “Borgo Concilio”.

ore 19:30

Palio dei Casali: Torneo delle Balestre e Corsa agli Anelli. Proclamazione del Casale vincitore del Palio e consegna del Cencio artistico da parte di Lucrezia.

  • Apertura delle locande

ore 21:00 – Spettacoli artisti di strada.

Domenica 5 giugno

Domenica 5 giugno

ore 10:00 – Piazza S. Giovanni

Visite Guidate con prenotazione presso l’info point della damigella:

  •  Siti Storici, Archeologici e Chiese Aperte 
  •  Nel Fantastico Mondo della Natura:  

Escursioni ambientali per i Sentieri della Foresta Demaniale di Roccarainola (Parco del Partenio)

ore 10:30 – Intera giornata                      

Campo d’Armi e scene di vita quotidiana, spettacoli di Falconeria e di Artisti di Strada con giullarate, giocolerie e fuocolerie.

  • Apertura di stand prodotti tipici ed artigianali.

ore 18:30 – Corteo Storico

Sfilata in costume d’epoca, di Casale in Casale, dal Casale Fellino al Sagrato della Chiesa Madre, in onore al re Alfonso V° d’Aragona ed a madama Lucrezia d’Alagno, con la partecipazione degli Sbandieratori di “Città Regia”, di “Borgo Concilio”, dei Trombonieri ed Archibugieri” Senatore” e del “Corteo Storico Città di Sessa Aurunca”.

La sfilata si concluderà con spettacoli di bandiere e con l’assalto al Castello dei Trombonieri.  

 ore 19:30 – Apertura delle locande 

ore 21:00 – Spettacoli Artisti di strada e Musica itinerante

ore 22:30 – Spettacolo di fuoco nella notte al Castello Normanno.

Le parole del sindaco Giuseppe Russo: “Sarà l’anno della rinascita per Roccarainola”

L’invito del sindaco Giuseppe Russo: “Dopo due anni di sosta forzata a causa del COVID, questo sarà l’anno della rinascita che vedrà un paese intero animarsi e ad essere riportato indietro nl tempo.

Naturalmente è questa un’occasione in più per venire a visitare il nostro territorio che è ricco di arte e storia e che è un autentico gioiello della regione Campania. Siti archeologici e monumentali, panorami mozzafiato, ambiente incontaminato.

Una terra tutta da vedere che si può assaporare durante gli innumerevoli percorsi, una tradizione e amore per la cucina che rende indimenticabile una visita alla nostra meravigliosa Roccarainola”.

Appuntamento quindi il 3, 4 e 5 giugno a Roccarainola per un salto nel tempo del Medioevo.