« Torna indietro

isola

L’incredibile storia di Brendon Grimshaw, l’uomo che da solo fece una riserva naturale

Seychelles e trasforma la sua esistenza per sempre. Poco prima dei 40 anni, con un colpo di spugna alla sua precedente vita, investe sul suo futuro.

Pubblicato il 26 Gennaio, 2022

Con un investimento di 13mila euro, l’inglese Brendon Grimshaw compra una piccola isola disabitata nelle Seychelles e trasforma la sua esistenza per sempre. Poco prima dei 40 anni, con un colpo di spugna alla sua precedente vita, investe sul suo futuro.

L’isola deserta

Grimshaw decide così di lasciare il suo lavoro come direttore di un giornale e approda sull’isola deserta da oltre 50 anni. E la trasforma..

Brendon non è solo ma trova un compagno di avventura, René Lafortin, con il quale inizia, in poco tempo ad attrezzare la sua nuova casa. A raccontare questa storia che sembra uscita da un testo di narrativa di altri tempi è il Majorca Daily Bulletin che scrive: mentre Renè trascorre sull’isola solo alcuni periodi, Brendon ci vive in pianta stabile. Per 39 anni, Grimshaw e Lafortin piantano 16mila alberi con le proprie mani e costruiscono quasi 5 chilometri di sentieri. Questo fino al 2007, anno in cui René Lafortin muore e Brendon rimane in solitudine a vivere sull’isola.

L’attività di Grimshaw prosegue, e “grazie alle sue opere, – racconta ancora il sito – l’isola, un tempo deserta, ospita ora due terzi della fauna delle Seychelles”. Insomma, un pezzo di terra abbandonato, trasformato in un vero paradiso. Al punto che nel 2010 accade l’imprevisto.

L’offerta del principe

Il principe dell’Arabia Saudita offre a Brendon Grimshaw 50 milioni di dollari per acquistare l’intera isola, ma il novello Robinson Crusuè rifiuta. “Non voglio che l’isola diventi il luogo di vacanza preferito per i ricchi. –  questa la motivazione di Grimshaw, raccontata nel sito – Meglio che sia un parco nazionale di cui tutti possano godere”.

Così, l’isola, nel 2008, è diventata parco nazionale. C’è chi – tra gli ospiti dell’isola, racconta di aver conosciuto quest’uomo che ha scelto la vita solitaria e lo definisce “uomo di altri tempi” e poi, le storie di chi ha deciso di andare sull’isola in viaggio di nozze così sintetizzate: “isola bellissima e tartarughe più che giganti, alcune avevano anche 200 anni, senza parlare dei profumi e dei colori di quella terra. Ci tornerei subito”