« Torna indietro

Lutto a Nola: addio a Vincenzo Nappi, simbolo della festa dei Gigli

Addio al volto del “The Cullatore”, lo scatto fotografico di Antonio Busiello che vinse l’International Print Exhibition 2013.

Pubblicato il 11 Gennaio, 2022

Vincenzo Nappi, figura importante di Nola, è venuto a mancare ieri all’età di 62 anni. Era conosciutissimo in paese soprattutto per la sua devozione a San Paolino.

Infatti nel 2013 aveva deciso di far immortalare il suo “callo” dal fotografo Antonio Busiello. E proprio grazie a tale foto, che valse a Vincenzo Nappi l’appellativo di “Giocondo” il fotografo si aggiudicò il premio “Royal Photographic Society Print Exhibition”.

Quel “callo” rappresentava per Vincenzo Nappi il marchio della sua carriera trentennale come “cullatore” nelle paranze di Nola. Quella escrescenza veniva mostrata sempre con estremo orgoglio dall’uomo perché rappresentava, come per tutti i nolani, la devozione al Santo nonostante comportasse forti dolori reumatici e di postura.

Durante una sua visita a Nola, Busiello notò con grande ammirazione soprattutto l’assenza di vanità che caratterizzava Vincenzo Nappi e, proprio per questo motivo, decise di fotografare il simbolo del suo credo religioso.