« Torna indietro

maltempo

Maltempo, Briatore: “Chi gioisce per i danni al Twiga è una mer**” (VIDEO)

Pubblicato il 19 Agosto, 2022

“Una tromba d’aria ha distrutto metà Twiga e “eggendo i commenti sui social abbiamo fatto felice un mucchio di persone. Non riesco a capire, che paese di rancorosi e sfigati sia… Il Twiga dà lavoro a 150 persone, dà un indotto milionario alla zona, però sono felice di far contente tante persone in un giorno come questo. Sono felici delle disgrazie che succedono”.

 

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

Un post condiviso da Flavio Briatore (@briatoreflavio)

Così Flavio Briatore.

E’ uno dei soci proprietari della discoteca di Forte dei Marmi, in provincia di Lucca, danneggiata dal maltempo e si sfoga  in un video postato sui social.

Il nubifragio, che si è abbattuto nella giornata di giovedì, ha messo in ginocchio decine di stabilimenti balneari in Versilia.

Fortissime raffiche di vento, anche a 150 chilometri all’ora, hanno colpito infatti diverse spiagge e città di buona parte del Centro-Nord, provocando anche la morte di due persone. 

Nello stabilimento che Briatore ha in società con Daniela Santanchè tante tende e strutture sono state divelte. Lo ha mostrato in diretta in un altro video l’imprenditrice e senatrice di Fratelli d’Italia, elencando i danni riportati in spiaggia e vicino alla sua casa. 

Nel suo post Briatore, che ha ricevuto molteplici commenti di supporto, tra cui quello dell’infettivologo Matteo Bassetti, ha voluto, invece, inviare un messaggio ben preciso a tutti coloro che hanno gioito per i danni subìti nella giornata di ieri nella sua proprietà.

Ma ha anche voluto sottolineare la propria vicinanza agli altri operatori della zona. 

“Voglio essere solidale con tutti i bagni della Versilia, tutti hanno avuto tanti danni enormi, adesso ci rimbocchiamo le maniche e riapriamo. A tutti gli stabilimenti che hanno subito danni va la nostra vicinanza, vedere distrutto il lavoro di mesi in poche ore è una cosa che fa piangere il cuore. I quattro sfigati contenti perché il Twiga ha perso 20 o 50 tende non vanno nemmeno considerati: sono delle merde”, conclude senza mezzi termini.