« Torna indietro

Marketing B2B: strategie e tecniche da seguire

Pubblicato il 4 Ottobre, 2022

Il marketing B2B viene utilizzato come definizione per fare riferimento al marketing di prodotti e servizi che vengono forniti ad altre aziende. C’è una differenza, infatti, rispetto al tipo di marketing tradizionale, il B2C, il quale è focalizzato prevalentemente sulle attività che riguardano i consumatori. Con il diffondersi delle attività sul web, oggi si parla sempre di più di web marketing B2B o digital marketing B2B. Infatti si utilizzano sempre di più tecniche di web marketing per promuovere prodotti o servizi. Cerchiamo di capire di più su che cosa si basano le strategie di questo tipo di marketing che andiamo delineando, ovvero il B2B.

Le strategie di marketing B2B

L’agenzia di marketing B2B Parklab.eu si occupa di mettere a punto tutte quelle strategie che aiutano a definire meglio il marketing aziendale, potendo portare a dei significativi incrementi in termini di business. Ma quali sono gli step principali su come creare queste strategie?

Innanzitutto si deve definire quello che si suole chiamare in gergo tecnico il marketing plan. In questo documento viene racchiusa tutta la digital strategy, per aumentare la consapevolezza dei clienti, per fidelizzarli e per convertire il tutto in nuove lead e vendite.

La definizione del target audience

Molto importante, per applicare le strategie di cui abbiamo parlato precedentemente, è la definizione del target audience. Oggi, infatti, anche il marketing B2B necessita di un approccio che sia concentrato e focalizzato sui clienti.

Più si riesce a definire in maniera specifica quali sono i bisogni dei clienti, più si riesce a raggiungerli in maniera diretta con il giusto messaggio comunicativo. Ecco perché si parla di creazione di B2B buyer persona, un vero e proprio dossier per ogni cliente che riporta per gli utenti comportamenti, problemi, bisogni, informazioni sociodemografiche.

L’individuazione dei canali da utilizzare

La definizione del target dei clienti a cui rivolgersi è molto importante, perché sulla base di queste informazioni si possono decidere le tattiche da mettere a punto, ma si possono scegliere anche i canali per raggiungere gli utenti a diversi livelli di quello che in gergo tecnico viene chiamato funnel.

Da questo punto di vista Google Analytics ci può fornire dei dati molto importanti, anche per scegliere meglio i canali di comunicazione attraverso pagine web specifiche o social network di riferimento.

La creazione del sito web e del blog

Non si deve trascurare, per far sentire la propria presenza online, la creazione di un sito web aziendale, magari con l’aggiunta di un blog. Infatti questi spazi web rappresentano una risorsa preziosa per acquisire traffico web e quindi visibilità.

Gli utenti sono molto portati a cercare delle risposte e delle informazioni in rete, quando hanno bisogno di trovare una soluzione alle loro esigenze. Quindi creare un sito web e un blog aziendale con dei contenuti aggiornati ed interessanti, di qualità, può essere davvero d’aiuto, anche per comunicare i valori del brand.

È importante, però, che il sito o il blog abbiano delle caratteristiche tali da renderli performanti. Devono essere veloci, devono essere responsive e mobile friendly. Inoltre dovrebbero essere incentrati su delle precise e chiare call to action.

All’interno del sito dovrebbero essere inseriti dei link che diano la possibilità agli utenti di ottenere facilmente informazioni sull’azienda, sui prezzi e sui prodotti. Il sito deve essere regolarmente aggiornato, in modo che si possano mettere a punto collegamenti ai social media e in modo che possa essere caratterizzato da testimonianze dei clienti, da affiliazioni, da statistiche.

Tutto ciò, insieme alla search engine optimization, può favorire davvero un aumento del business aziendale, anche nel caso del marketing B2B. È soltanto in questo modo, attraverso un mix di strategie, che si possono ottenere risultati significativi.

Skip to content