« Torna indietro

Marracash

I Dubbi di Marracash svelano il dolore dell’artista e dell’uomo (VIDEO)

Pubblicato il 25 Maggio, 2022

“Non temo la morte ma ho paura di non vivere”. Dubbi è un brano intenso, intimo, personale. Una sorta di autoanalisi in cui Marracash si apre, confessando le sue paure, i suoi, appunto, dubbi.

“Non temo la morte ma ho paura di non vivere”, dice in un’immaginaria seduta dallo psichiatra, prima di elencare tutti i suoi dubbi, appunto, sulla sua vita, su ciò che desidera davvero, su ciò che conta e cosa no, sulla possibilità di avere una relazione duratura e tradizionale, una compagna e dei figli: “L’amore, l’amore di cui parla/cioè stringere una cosa forte fino a soffocarla/un gioco in cui mi faccio male o faccio male a un’altra/ho 40 anni e mai visto un legame che rimanga”.

È uscito il 24 maggio il video di Dubbi, il terzo di un brano estratto dall’album di Marracash Noi, Loro, gli Altri dopo Crazy Love e LOVE. Il video è realizzato grazie alle animazioni dei disegni di Tarik Berber. Un totale di 2500 disegni a mano, 12 per ogni secondo, che l’artista ha realizzato ispirato dalle liriche di quello che è forse il più personale tra i brani raccolti nell’album triplo platino del rapper milanese.

YouTube video

Il video di Dubbi ritrae un uomo che cammina dritto davanti a sé, sicuro della sua direzione, prima che attorno a lui comincino a sorgere i dubbi rappresentati da linee confuse che piano piano si trasformano in pensieri e incubi, fino ad arrivare a un finale elegante e leggero, come il volo di un barbagianni. Tra le immagini anche quella della famiglia ritratta nella copertina dell’album, che per un attimo prende il posto del protagonista, che torna poi a camminare sullo sfondo della periferia milanese.

Marracash,

“L’hip hop sta affrontando un momento rivoluzionario. Oggi non è più rivoluzionario indossare i collanoni d’oro come Notorius BIG negli anni 90: un afroamericano che dal ghetto diventava qualcuno era qualcosa. Quella narrazione è over-sfruttata. Bisogna fare qualcosa di nuovo – ha raccontato Marracash alla presentazione del videoclip – Per me è stato difficile e doloroso, emotivamente provante. Per scrivere certe cose devi scavare e quello che trovi non sempre è piacevole”.

Marracash

Per il lancio del video Marracash ha voluto che fosse organizzata un’esposizione dei disegni originali di Tarik Berber. La mostra “Dubbi su carta”. Si sono potuti ammirare alcuni dei disegni originali e una sequenza di tavole per l’animazione, mentre su un grande schermo veniva proiettato in loop il video. Un interessante esperimento di fusione e incontro tra arti e artisti: “Da anni mi batto per nobilitare l’intrattenimento, per far capire che è intento artistico”, ha spiegato Marracash.