« Torna indietro

Meloni

Meloni e Salvini: “Odio e Amore” nel murale, censurato, di Tvboy (VIDEO)

Pubblicato il 20 Settembre, 2022

“Questa volta la censura invece che sotto forma di Ama è arrivata sotto forma di un povero immigrato che ha dovuto fare il lavoro sporco di rimuovere l’opera con un secchio d’acqua e un cacciavite”.

Così lo street artist Tvboy denuncia la rimozione del suo nuovo murale a Roma.

“Salvini, Meloni e Berlusconi dategli almeno il permesso di soggiorno!”, scrive l’artista che è tornato, dopo Amor Populi del 2018, in via del Collegio Capranica per realizzare un murale di cui erano protagonisti Giorgia Meloni e Matteo Salvini abbracciati mentre si baciano sotto gli occhi di Berlusconi, nascondendo entrambi due coltelli dietro la schiena.

Poi lo scatto pubblicato dallo street artist sul suo profilo twitter in cui immortala un agente della polizia scientifica intento a fotograre il suo murale: “Arriva la censura”.

Abbiamo visto Tvboy al lavoro su temi politici pungenti e attuali già prima del patto tra Matteo Salvini e Luigi Di Maio con il murale che li vedeva protagonisti e che citava il celebre bacio fraterno di Dmtri Vrubel sul muro di Berlino.

Il titolo del nuovo lavoro, invece, riprende il famoso epigramma di Catullo Odi et Amo con cui lo street artist ha voluto rappresentare la situazione politica attuale: per convenienza i leader di Lega e Fratelli d’Italia si uniranno per raggiungere la maggioranza utile a formare il governo, ma una volta saliti al potere riapriranno la loro ardente battaglia. Infatti entrambi i leader nascondono un coltello dietro la schiena.

Berlusconi, rappresentante del terzo partito alleato (Forza Italia), è raffigurato nel murale come un voyeur mentre osserva questo amore appassionato dalla finestra aspettandone i frutti per il suo tornaconto personale.

Odi et Amo raffigura dunque un amore di convenienza, che cela una rivalità accesa tra Meloni e Salvini pronti nonostante tutto a fondersi in un appassionato bacio e concedersi l’una all’altro pur di detenere il potere.

Ultimo dettaglio: un palloncino tricolore che vola via e simboleggia la fragilità della nuova situazione politica in Italia e all’estero.