« Torna indietro

Vicenza: puntine sulla strada, 30 ciclisti appiedati

Un gruppo di ciclisti si è ritrovato con le ruote forate a causa dell’atto vandalico con i metalli appuntiti.

Pubblicato il 24 Maggio, 2022

Un atto vandalico è stato commesso nei confronti di alcuni ciclisti nella notte tra sabato e domenica sulla strada che collega dal secondo tornante della provinciale della Fratellanza alla frazione di Valrovina a Bassano del Grappa, nel Vicentino.

L’apposizione dei metalli per strada

Secondo quanto scritto dal Giornale di Vicenza, degli ignoti hanno cosparso un tratto di 500 metri della strada all’altezza di Contra’ Gaggion Alto con migliaia di puntine in metallo. Così i circa 30 appassionati di ciclismo domenica mattina hanno preso le loro bici per la salire verso l’Altopiano e si sono ritrovati le loro ruote forate, rinunciando così alla scampagnata, ma per fortuna non riportando alcuna lesione.

Il rientro a casa

Altri ciclisti hanno preso la stessa strada poco dopo, ma non hanno subito danni perché avvisati in tempo sia dalle vittime precedenti che dai residenti. Questo li ha portati a “dribblare” il tratto in questione salendo con la bici in spalla. Gli abitanti sono intervenuti pure per rimuovere le puntine, che erano state messe sia al centro della strada che nelle asfalto vicino ai cigli. In seguito i ciclisti che hanno subito i danni sono rientrati a casa e quelli che avevano forato entrambe le ruote hanno pure contattato i parenti per farsi venire a prendere.

Il commento dell’assessore alla Viabilità

Ecco il commento dell’assessore alla Viabilità del Comune di Bassano del Grappa, Andrea Zonta: “In questi ultimi giorni si era ripetuto un altro gesto incivile. In un parco di Ca’ Baroncello sconosciuti avevano scorticato per circa mezzo metro alcune piante. Abbiamo cercato di ripararle e speriamo che l’intervento possa rimediare al danno. È stato un gesto di inciviltà da parte di persone con idee malsane. Per le puntine sparse in contrà Gaggion Alto, ritengo che arrivare a questo livello significhi voler far male. Non vedo nemmeno lo scopo di un atto che può anche mettere a repentaglio la vita dei ciclisti soprattutto se l’affrontano in discesa. In questo periodo la strada è a traffico limitato perché stiamo concludendo la messa in posa di reti paramassi. Abbiamo anche rimesso a nuovo la strada, lavoro importante per i residenti di Valrovina che scendono a Bassano”.