« Torna indietro

Michael J. Fox

Michael J. Fox vince l’Oscar: “Mi fate venire i brividi”

Pubblicato il 21 Novembre, 2022

“Mi state facendo venire i brividi”.

Così Michael J. Fox.

Nelle scorse ore ha ricevuto l’ennesimo riconoscimento per il suo instancabile impegno nella ricerca di fondi per una cura contro il Parkinson, da cui è affetto e di cui porta visibili segni sul corpo.

Una standing ovation e la commozione della platea sono stati riservati all’attore in occasione della consegna dell’Oscar onorario durante i Governor awards che si sono tenuti a Los Angeles.

Il premio al fondatore della “Michael J. Fox Foundation for Parkinson’s Research”, è stato presentato dal collega Woody Harrelson.

Fox è salito sul palco per ricevere il premio e, pur conservando la sua vena sarcastica, quella che lo ha sempre contraddistinto, ha faticato in alcuni momenti a resistere alla commozione.

Al pubblico ha raccontato di quando ricevette la diagnosi della malattia a soli 29 anni e di come “La parte più difficile, è stata nell’affrontare la certezza della diagnosi e l’incertezza della situazione”. 

E ha proseguito: “Ho passato sette anni senza dire niente a nessuno, prima di rivelare la malattia a Barbara Walters e alla rivista People. Era l’alba di internet e per dare una notizia dovevi fare così… erano tempi più semplici”.

YouTube video

“Parlando con i medici e con i ricercatori, tutti confermavano che la scienza era avanti ma non c’erano soldi a sufficienza. Le risposte potevano arrivare con i giusti investimenti”, ha aggiunto.

Quindi, l’attore 61enne ha ringraziato la moglie 62enne Tracy Pollan, per l'”incrollabile sostegno” con cui è sempre stata al suo fianco, sin da quando nel 2000 ha cominciato la sua attività filantropica.

“Non posso credere di essere rimasto qui per così tanto tempo, è un miracolo”, ha detto Michael j. Fox accettando il premio e sottolineando il miliardo di dollari che in questi anni è riuscito a raccogliere grazie al lavoro della fondazione, contribuendo a far fare un passo avanti alla ricerca. 

“Ha trasformato una diagnosi agghiacciante in una missione coraggiosa – ha detto Harrelson consegnandogli il premio – Michael J. Fox non ha mai chiesto il ruolo dell’avvocato del Parkinson, ma è la sua migliore interpretazione”.

Skip to content