« Torna indietro

Rintracciato dalla Stradale di Carsoli: aveva violato il divieto ad allontanarsi

Misterbianco, si dilegua dopo una fuga in tangenziale, identificato e sanzionato

Tarda serata particolarmente movimentata quella di mercoledì 17 per una pattuglia della Polizia Stradale in servizio sulla tangenziale di Catania; mentre transita nei pressi dello svincolo di San Giovanni Galermo, avvista una Alfa Romeo 147 che si immette a velocità sostenuta.

Pubblicato il 20 Marzo, 2021

Tarda serata particolarmente movimentata quella di mercoledì 17 per una pattuglia della Polizia Stradale in servizio sulla tangenziale di Catania; mentre transita nei pressi dello svincolo di San Giovanni Galermo, avvista una Alfa Romeo 147 che si immette a velocità sostenuta.

La pattuglia non può fare a meno di intimare l’alt al veicolo, ma questo, dopo aver accennato la manovra di accostamento, riparte veloce in direzione Siracusa.

Nella circostanza, agli agenti, che nel frattempo si erano posti all’inseguimento, non sfugge che dall’auto viene lanciato un oggetto, che provvedono a recuperare immediatamente, proseguendo quindi nell’azione.

L’alfa romeo, che aveva abbandonato la tangenziale allo svincolo di Misterbianco, prosegue nella fuga, andando a sbattere dapprima contro un marciapiede, successivamente anche contro un veicolo in sosta, dopo di che riesce a dileguarsi sfruttando gli stretti vicoli del centro storico.

Gli agenti annotano numero di targa e modello e quindi iniziano immediati accertamenti sia presso l’abitazione della donna proprietaria del veicolo sia presso altre abitazioni al fine di individuare chi si trovasse alla guida, visto che certamente si trattava di un uomo.

Il conducente, seppure non rintracciato, viene comunque identificato grazie alle indagini condotte dagli agenti, che redigono a suo carico una serie di verbali contestando tutte le pericolose infrazioni commesse prima e durante la fuga.

Il giorno dopo, l’uomo, un 27enne di Misterbianco, si presenta negli uffici della Polizia Stradale, in via caruso, accompagnato dal proprio avvocato e qui ammette tutte le sue responsabilità.

Nella circostanza, si accerta anche che il giovane era sprovvisto di patente di guida e che il veicolo circolava privo di assicurazione.

Riguardo all’oggetto recuperato durante la fuga del giorno prima, si trattava di una bottiglietta di plastica che era servita ad assumere sostanza stupefacente probabilmente del tipo Crack.

Per tale motivo l’uomo è stato anche segnalato alla Prefettura di Catania quale assuntore di stupefacenti.

Skip to content