« Torna indietro

Si presenta in Ospedale e dichiara di essere stato sparato. Mistero nel Salento

Resta avvolto nei dubbi il mistero nel Salento che si è consumato nel tardo pomeriggio di ieri con una presunta nuova sparatoria su cui bisognerà fare chiarezza. Un uomo si è presentato al Pronto Soccorso dell’Ospedale Vito Fazzi di Lecce e ha dichiarato di essere stato raggiunto e avvicinato da un’auto che, avvicinandosi, gli avrebbe inferto un colpo d’arma da fuoco sul polpaccio. L’episodio, come detto, è avvenuto nel tardo pomeriggio di ieri ed ora sono in corso le indagini da parte degli agenti della Questura di Lecce. Il protagonista della vicenda è un 43enne del posto, già conosciuto dalle forze dell’ordine, che nella serata di ieri ha raggiunto il nosocomio leccese da solo.

Mistero nel Salento, i dettagli della vicenda

Il mistero nel Salento appare fitto di dubbi e contraddizioni. La versione del 43enne, infatti, non convince gli inquirenti che comunque hanno avviato le indagini per cercare di fare chiarezza su quanto accaduto. L’uomo ha raccontato che, mentre rincasava nella propria dimora in sella alla sua bici, sarebbe stato avvicinato da una Fiat Punto di colore con all’interno due uomini e uno di questi gli avrebbe sparato addosso. L’uomo, giunto al Pronto Soccorso del Fazzi, è stato preso in cura dal personale sanitario.

x