« Torna indietro

Scoperta la causa della morte improvvisa del lattante: “Le famiglie ora sanno che non hanno colpa”

Pubblicato il 13 Maggio, 2022

“Le famiglie possono ora vivere con la consapevolezza che non è stata colpa loro. Lo sono anche io. Quando mi hanno detto che si trattava di una tragedia inspiegabile, il mio cervello scientifico non lo ha accettato”.

Così la dottoressa Carmel Harrington. Quando suo figlio Damien è morto inaspettatamente a causa della sindrome della morte improvvisa del lattante (SIDS), 29 anni fa, non poteva accettare il fatto che nessuno conoscesse la causa della tragedia che spaventa molti giovani genitori.

Damien

Molti genitori temono la SIDS perché la causa è sconosciuta e nessuno può dire quando accadrà.

La Harrington si mise subito a studiare per scoprire la causa, per mettere pace a se stessa, alle famiglie colpite e per aiutare la comunità scientifica alla quale appartiene.

Molti colleghi sospettavano che la SIDS potesse essere causata da un difetto nella parte del cervello che controlla il sonno e la respirazione.

La Harrington e il suo Damien nel 1991

La teoria era che il difetto avrebbe impedito ai bambini di sussultare o svegliarsi quando smettevano di respirare.

La ricerca della dottoressa ha permesso di scoprire che le cose effettiavamente stanno così. Il suo team del Children’s Hospital Westmead di Sydney lo ha verificato analizzando campioni di sangue essiccato prelevati da neonati morti per SIDS e altre cause sconosciute.

Questi campioni sono stati confrontati con il sangue prelevato da bambini sani.

Secondo Biospace , i ricercatori hanno scoperto che l’attività dell’enzima butirrilcolinesterasi (BChE) era significativamente inferiore nei bambini morti di SIDS rispetto ai bambini vivi e ad altri decessi infantili non SIDS.

L’enzima BChE svolge un ruolo importante nel percorso di stimolazione del cervello.

Sebbene le pratiche di sonno sicuro siano importanti per proteggere i bambini prima di coricarsi, questa scoperta aiuterà ad alleviare il senso di colpa di molti genitori a cui è stato detto di prendere diverse precauzioni quando addormentano i loro piccolini.

I genitori che hanno preso tutte le precauzioni – stendere i loro bambini sulla schiena, tenere gli oggetti fuori dalla culla e impedire che si surriscaldino per prevenire la SIDS – hanno comunque perso i loro bambini e si sono sentiti immensamente in colpa dopo.

Ora che la causa è nota, i ricercatori hanno affermato che apre nuove strade per la ricerca futura su interventi specifici e identificazione precoce dei bambini a rischio di SIDS.

x