« Torna indietro

Napoli

Napoli, festa per l’assunzione di 200 spazzini: 12 hanno la laurea

Pubblicato il 5 Dicembre, 2022

A Napoli sono stati assunti duecento nuovi spazzini e fra questi ci sono dodici laureati.

I nuovi assunti del capoluogo partenopeo lavoreranno come spazzini dopo aver vinto il concorso bandito dall’Asia, l’azienda per la raccolta dei rifiuti urbani nel capoluogo campano. 

Napoli

È ufficiale da oggi, quando è arrivata la firma del sindaco napoletano Gaetano Manfredi, che ha messo nero su bianco l’assunzione.

Di quei 200, 169 hanno il diploma, mentre 19 sono in possesso della sola licenza media.

Napoli

Il neo assunto più giovane ha appena 18 anni, mentre il primo classificato è un diplomato in Sistemi informatici aziendali.

In una città con numeri record per la disoccupazione, l’assunzione è stato un evento importante, tanto che oggi, in prima fila, c’erano genitori e amici emozionati per l’evento.

Ma Manfredi ha un obiettivo: il 60% di raccolta differenziata entro il 2027.

“Noi abbiamo due obiettivi: – ha detto Manfredi alla cerimonia di firma di contratto di assunzione – da un lato migliorare lo spazzamento e l’igiene della città, e qui serve un servizio più organizzato ma anche più collaborazione dei cittadini, dall’altro portare Napoli alle percentuali di raccolta differenziata che sono le percentuali medie italiane. Il nostro obiettivo al 2027 è di arrivare al 60%, è un lavoro non semplice ma siamo fiduciosi che sia raggiungibile anche guardando alle specificità della città, perché la conformazione urbanistica di Napoli impone un modello di raccolta differenziata da quartiere a quartiere, e su questo lavoreremo nei prossimi mesi”.

Manfredi ha annunciato che il prossimo passo sarà “l’estensione del porta a porta nei quartieri San Giovanni, Barra e Ponticelli, mentre in altri luoghi si lavorerà con l’utilizzo di un deposito del differenziato. Si sta lavorando con un sistema a geometria variabile”. 

Skip to content