« Torna indietro

Napoli-Genoa 3-0, goal e lacrime per Insigne nel giorno dell’addio: “Qui sarà sempre casa mia”

Azzurri matematicamente terzi, Insigne tra le lacrime saluta il suo pubblico.

Pubblicato il 15 Maggio, 2022

NAPOLI-GENOA: 3-0

MARCATORI: Osimhen 32′, Insigne 65′ (r), Lobotka 81′.

Il Napoli batte al Maradona il Genoa con un secco 3-0, conquistando matematicamente il terzo posto. A fine gara grande commozione per Insigne, che saluta per l’ultima volta il suo pubblico con un emozionante giro di campo.

NAPOLI-GENOA PRIMO TEMPO, IL VOLO VINCENTE DI OSIMHEN

Nei primi minuti inizia meglio il Genoa, che pressa a tutto campo il Napoli partito un po’ troppo molle. Al 12′ vanno vicini al goal proprio gli ospiti con Yeboah, che dalla distanza centra in pieno la traversa.

Il Napoli piano piano inizia a macinare gioco ed Insigne, dopo un bello scambio con Mertens, calcia di poco alto.

Al 32′ gli azzurri passano con Osimhen, che vola sul cross di Di Lorenzo e con un colpo di testa imperioso batte Sirigu. Dopo 3 minuti straordinaria azione di Insigne che in palleggio supera due uomini e calcia verso la porta, trovando un attento Sirigu.

Napoli brillante che chiude in scioltezza il primo tempo, sfiorando più volte il raddoppio.

NAPOLI-GENOA SECONDO TEMPO, IL PENALTY DI INSIGNE E LA PERLA DI LOBOTKA

Nella ripresa non cambia la musica, col Napoli riversato in avanti alla ricerca del secondo goal. Al 59′ scatto bruciante di Osimhen, ma il suo tiro viene respinto da Sirigu.

Al 62′ rigore per il Napoli: ingenuità di Hernani che col braccio largo tocca il pallone. Naturalmente dagli 11 metri va Insigne, che colpisce il palo. Sulla respinta è lesto Di Lorenzo a ribadire in rete.

Al momento del rigore però c’erano molti giocatori in area e l’arbitro fa ripetere. Gli dei del calcio evidentemente vogliono far segnare Insigne, che al secondo tentativo fa centro.

Il Genoa prova a riaprire la partita, ma trova un Ospina reattivo su un tiro insidioso di Amiri. Al 75′ travolgente azione degli azzurri: la palla arriva a Lozano che, da posizione defilata, centra il palo.

All’81’ la perla di Lobotka: lo slovacco parte da centrocampo fino all’area genoana, per poi trovare un bellissimo goal con un tiro angolatissimo.

Le parole commosse di Insigne: “Napoli sarà sempre casa mia”

A fine partita il capitano, dopo il giro di campo, si è presentato ai microfoni di Dazn visibilmente commosso: “Ai tifosi posso solo dire grazie, mi hanno sempre incitato. Tornerò a vedere la squadra ogni volta che posso.

Ci sono stati momenti belli e altri meno belli, ma voglio ricordare tutto di questi 10 anni. L’amore per questa maglia è troppo forte, ma arrivano dei momenti in cui devi fare delle scelte. Io e la società abbiamo scelto così, ma non ho rimpianti.

Chiudere la carriere a Napoli? Ormai è inutile parlarne, è andata così, ma voglio dire grazie a tutti gli allenatori che ho avuto, la società, i compagni e gli ex compagni che hanno avuto parole bellissime per me in questi giorni”.

Con Insigne c’erano anche i figli: “Un giorno gli racconterò cosa significa essere il capitano del Napoli. Qui sarà sempre casa mia”.