« Torna indietro

Napoli: compra tutti i biglietti per Parco del Vesuvio per poi rivenderli a prezzo maggiorato

Il 54enne ha portato avanti la truffa in un modo davvero curioso.

Pubblicato il 11 Maggio, 2022

Un nuovo caso di bagarinaggio in Italia è accaduto precisamente a Torre del Greco, nel Napoletano, e il protagonista di questa pratica nota ovviamente come scorretta e che rende introvabili ingressi a concerti, eventi e anche parchi naturali è un 54enne.

L’appostamento nel parterre

Il 54enne era già noto alle forze dell’ordine e ha deciso di concentrare questa sua illegale attività nel Parco del Vesuvio dopo aver comprato i biglietti disponibili sui siti online per poi rivenderli all’ingresso del cratere. Ma non finisce qui perché ai turisti ha detto che non sarebbe stato possibile entrare se non prima si fosse passati dal suo parterre per acquistare i biglietti, che naturalmente erano rivenduti a prezzo maggiorato. Inoltre lui era anche l’unica persona ad averli disponibili.

L’intervento dei Carabinieri

Così il 54enne è stato notato dai Carabinieri di Ercolano, che sono stati in precedenza allertati e che lo hanno denunciato per il reato di truffa. Sui sei biglietti in suo possesso erano riportati nomi di fantasia ed è stato così effettuato il sequestro, mentre da un punto di vista amministrativo è stato sanzionato per secondary ticketing.

Il modo in cui è stato portato a compimento il trucchetto

Il modo con il quale il 54enne si è connesso online e ha portato avanti la truffa era stato abbastanza particolare, in quanto aveva installato un piccolo modem wifi e lo aveva alimentato con la batteria della sua auto.

x