« Torna indietro

Nations League 2021: Ferran Torres abbatte l’Italia, Spagna in finale. Azzurri ko dopo 3 anni

Pubblicato il 7 Ottobre, 2021

La Spagna supera l’Italia a San Siro (2-1) ed è la prima finalista della Nations League 2021. Il match si decide praticamente nel primo tempo con la doppietta di Ferran Torres (17’ e 45’+2’) intervallata dall’espulsione di Bonucci (41’) per doppio giallo. A pochi minuti dalla fine (83’) arriva la rete di Pellegrini, assistito da Chiesa, ma è troppo tardi per tentare la rimonta. L’Italia ko dopo 3 anni, il record di risultati utili si ferma a 37. È la Spagna a spezzare l’imbattibilità degli azzurri di Roberto Mancini. La serie positiva durava da oltre tre anni e aveva permesso di stabilire il record di 37 partite senza sconfitte, superando il primato assoluto del Brasile. Il traguardo era stato tagliato grazie al 5-0 rifilato alla Lituania nell’ultimo match di qualificazione ai Mondiali 2022. L’imbattibilità della Nazionale guidata da Roberto Mancini durava precisamente da Italia-Ucraina 1-1 del 10 ottobre 2018. L’ultima sconfitta prima di stasera risaliva al 10 settembre di tre anni fa, 0-1 a Lisbona contro il Portogallo, in Nations League. La serie positiva interrotta a Milano conta 31 partite ufficiali e 6 amichevoli: 28 vittorie e 9 pareggi. Il precedente primato positivo per una nazionale azzurra apparteneva a Vittorio Pozzo: sotto la sua guida l’Italia non aveva subito sconfitte per 30 gare consecutive fra il 24 novembre 1935 (Italia-Ungheria 2-2) ed il 20 luglio 1939 (Finlandia-Italia 2-3). In quel periodo gli azzurri trionfarono in ben 3 manifestazioni: Coppa del Mondo (1938), Olimpiadi (1936) e Coppa Internazionale (1933-35). Serata di fischi per Donnarumma Ritorno amaro a San Siro per Gigio Donnarumma. Non solo per il ko dell’Italia nella semifinale della Nations League 2021, ma anche per la pioggia di fischi che hanno accompagnato ogni suo movimento. A quasi cinque mesi dall’addio al Milan, il portiere stabiese è stato sommerso di fischi a ogni tocco di palla. Amaro il commento di Roberto Mancini dopo il match: “Dispiace tantissimo. Giocava l’Italia non era una partita di club. Si potevano mettere da parte per una sera e tenerli per un’eventuale Milan-Psg. L’Italia è l’Italia, è sopra tutto”. Fischiato anche l’inno spagnolo L’inno della Spagna è stato fischiato a San Siro. Alcuni tifosi hanno applaudito cercando di coprire i fischi.

IL TABELLINO

ITALIA-SPAGNA 1-2

Reti: 17′ e 45’+2’ Ferran Torres (S), 83’ Pellegrini (I)

ITALIA (4-3-3): Donnarumma 6; Di Lorenzo 5,5, Bonucci 4,5, Bastoni 5,5, Emerson 6; Verratti 5 (13′ st Locatelli 6), Jorginho 5,5 (19′ st Pellegrini 6,5), Barella 5 (27′ st Calabria 6); Chiesa 6,5, Bernardeschi 5,5 (1′ st Chiellini 6,5), Insigne 5 (13′ st Kean 5). Ct: Mancini 6

SPAGNA (4-3-3): Simon 6; Azpilicueta 6, Laporte 6, P. Torres 6, Alonso 6,5; Koke 6 (30′ st Merino 6), Busquets 7, Gavi 6,5 (39′ st Sergi Roberto sv); Oyarzabal 7, Sarabia 6,5 (30′ st Gil 6), F. Torres 7,5 (4′ st Pino 5,5); Ct: Luis Enrique 7

Arbitro: Karasev.

Ammoniti: Sarabia (S), Azpilicueta (S), Pino (S), Locatelli (I), Oyarzabal (S)

Espulsi: Bonucci (I, somma di ammonizioni)