« Torna indietro

Niccolò Ciatti, la rabbia del padre: “Siete la vergogna di un mondo civile”

Pubblicato il 5 Luglio, 2022

“Continueremo a lottare per darti quella giustizia che meriti Niccolò, ci troviamo di fronte persone che dovrebbero essere dalla nostra parte ma che invece sono al fianco degli assassini. Siete la vergogna di un mondo civile, quando tornate a casa avete il coraggio di guardare negli occhi i vostri figli?”.

Così Luigi Ciatti.

Il padre di Niccolò, morto dopo un pestaggio subito il 12 agosto del 2017 in una discoteca di Lloret de Mar, non riesce, non può darsi pace.

E’ stato lui stesso a diffondere quel che è stato deciso dal tribunale spagnolo nei confronti di Rassoul Bissoultanov.

Al ceceno, accusato di avere sferrato il calcio che ha ucciso il 22enne di Scandicci, in provincia di Firenze, sono stati inflitti 15 anni di reclusione.

Rassoul Bissoultanov e Niccolò Ciatti

“Il Presidente del Tribunale di Girona ha inflitto la pena minima di 15 anni – ha scritto Luigi Ciatti – Penso che dovrebbe studiare la parola Giustizia. Giustificare una sentenza del genere con per quanto possa sembrare duro ai parenti’ credo che veramente dovrebbe cambiare lavoro”.

“Ci troviamo di fronte persone che dovrebbero essere dalla nostra parte, invece sono al fianco degli assassini. Siete la vergogna di un mondo civile”, ha aggiunto.

Per poi tornare alla carica con un altro post su Fb, ribadendo che la lotta per dare piena giustizia a suo figlio non si fermerà.