« Torna indietro

NUOVO DPCM, dal primo febbraio le nuove regole: ecco dove si può entrare in assenza di tampone

Nel decreto le attività in cui dal primo febbraio sarà possibile accedere senza la certificazione verde: tra queste anche gli sportelli di Poste italiane e gli istituti di credito

Pubblicato il 21 Gennaio, 2022

Il presidente del Consiglio, Mario Draghi, ha apposto la propria firma sul Dpcm relativo alle attività commerciali in cui, dal primo febbraio, sarà possibile continuare ad accedere senza green pass.

Nella lista figurano supermercati, negozi di alimentari, farmacie, parafarmacie, sanitarie, ottici, l’acquisto di carburanti, prodotti per animali e per il riscaldamento.

Inoltre, il nuovo documento di legge prevedrà la possibilità di entrare negli uffici giudiziari o di pubblica sicurezza per presentare denunce anche senza essere muniti di certificato verde.

È arrivata la firma del presidente del Consiglio Mario Draghi sull’atteso Dpcm legato al decreto COVID del 5 gennaio con la lista delle attività considerate essenziali accessibili senza GREEN PASS base. Nell’elenco dei negozi in cui sarà possibile entrare dal 1 febbraio anche in assenza di un tampone negativo o delle vaccinazioni anti COVID non compaiono i tabaccai e le edicole, su cui nel governo si è a lungo dibattuto nelle ultime ore.

Salta all’ultimo anche l’esenzione dal Green pass per poter ritirare la pensione negli uffici postali. Nella bozza finora circolata, la norma considerava tra le «esigenze essenziali e primarie» anche quelle «indifferibili e urgenti connesse alla riscossione, presso gli sportelli di Poste italiane Spa e degli istituti di credito abilitati, di pensioni o emolumenti comunque denominati non soggetti ad obbligo di accredito».

Quindi per ogni tipo di servizio richiesto negli uffici postali sarà indispensabile esibire il certificato verde. Nei luoghi in cui sono in vendita comunque altri prodotti non essenziali, come i centri commerciali in cui ci sono negozi di abbigliamento, per esempio, oltre che i supermercati, saranno effettuati CONTROLLI A CAMPIONE.

Resterà quindi obbligatorio esibire il certificato verde in attività come librerie o negozi di giocattoli, lavanderie, cartolerie e ferramenta, che nel primo lockdown erano state considerate attività essenziali ed erano perciò rimaste aperte. L’elenco delle attività previste dal nuovo Dpcm comprende:

  • supermercati
  • negozi di alimentari
  • farmacie
  • parafarmacie
  • sanitarie
  • ottici
  • negozi che vendono carburanti e prodotti per il riscaldamento
  • negozi per animali
  • uffici giudiziari
  • uffici di pubblica sicurezza per presentare denunce (commissariati, caserme dei carabinieri, uffici di polizia municipale…)
x