« Torna indietro

Omicidio Lucrezia Di Prima, fermato il fratello 22enne della vittima

L’omicidio di Lucrezia Di Prima ha sconvolto la comunità di San Giovanni La Punta. La 37enne era scomparsa da casa due giorni fa, ed è stata ritrovata ieri dagli inquirenti, portati sul posto dal fratello 22enne della vittima, Giovanni Di Prima che si è autoaccusato del delitto. Il corpo di Lucrezia è stato ritrovato dai carabinieri nelle campagne di Nicolosi e presentava diverse ferite da arma da taglio ma, l’arma del delitto non è stata ancora ritrovata.

L’omicidio di Lucrezia Di Prima ha sconvolto la comunità di San Giovanni La Punta. La 37enne era scomparsa da casa due giorni fa, ed è stata ritrovata ieri dagli inquirenti, portati sul posto dal fratello 22enne della vittima, Giovanni Di Prima che si è autoaccusato del delitto. Il corpo di Lucrezia è stato ritrovato dai carabinieri nelle campagne di Nicolosi e presentava diverse ferite da arma da taglio ma, l’arma del delitto non è stata ancora ritrovata.

La confessione del giovane, però, ha ancora troppi lati oscuri. Innanzitutto il movente. Il giovane sembrerebbe aver dichiarato che Lucrezia “avesse problemi psichici e che era un peso per la famiglia” ma in paese nessuno ci ha confermato tale circostanza.

Dov’è l’arma? Dove è stato commesso il delitto? E’ molto probabile che l’omicidio sia avvenuto proprio in casa, dopo una lite. per questo i carabinieri hanno già fatto un sopralluogo nell’abitazione del crimine alla ricerca di eventuali tracce. La famiglia Di Prima è molto conosciuta in città, suo padre è un ex dipendente del Comune e il fratello della vittima è un poliziotto. In casa non erano presenti i genitori che avevano deciso di fare una breve vacanza in Calabria.

Raccolti numerosi indizi, i carabinieri hanno fermato il fratello 22enne – dopo l’interrogatorio – per omicidio e occultamento di cadavere.

x