« Torna indietro

orario estivo sgm - Torre Chianca

Torre Chianca

Orario estivo Sgm, da domenica 14 bus ogni mezz’ora per le marine

Pubblicato il 11 Giugno, 2020

Da domenica 14 giugno e fino al 13 settembre 2020, la città di Lecce sarà coperta da nuovi collegamenti nel trasporto pubblico con l’orario estivo Sgm. L’estate sta ormai bussando a tutte le porte dei cittadini leccesi e dei salentini in generale e, nonostante l’emergenza Coronavirus ed il lockdown vissuto come un incubo fino a qualche settimana fa, il caldo ed il mare sono un richiamo troppo forte per i leccesi da non considerare. Le stesse linee, ma orari nuovi e servizio intensificato massicciamente per permettere a tutti di raggiungere il centro della città, i quartieri, ma soprattutto San Cataldo e Torre Chianca, le due marine leccese per eccellenza. Migliorano, quindi, i collegamenti tra le città e le marine e tra i quartieri ed il centro cittadino per dare a tutti la stessa possibilità di poter raggiungere il mare e di poterlo fare senza troppi patemi d’animo e senza disperarsi solo perché non si possiede un’auto o qualcuno con cui andare a farsi un bel tuffo o a prendere un po’ di sole. Da domenica prossima al 13 settembre, quindi, sarà possibile visitare il sito per consultare l’orario estivo Sgm, cercando ovviamente di mantenere le giuste distanze di sicurezza e non ammassarsi all’interno dei bus cittadini.

Orario estivo Sgm, ecco le maggiori novità

Bus SGM

L’orario estivo Sgm che, come detto, migliorerà ed intensificherà i collegamenti tra Lecce e le sue marine, prevede in particolare quattro novità rispetto alle scorse stagioni estive.

  • Le linee 24 (P.zza Palio, V. Siracusa, V. XXV Luglio, Ospedale V. Fazzi, Stazione F.F.S.S., V.le Otranto, P.zza Palio) e 25 (Ospedale V. Fazzi, V.le Otranto, P.zza Palio, V. Machiavelli, P.zza Palio, V. XXV Luglio, Stazione F.F.S.S., Ospedale V. Fazzi), che collegano i quartieri Kolbe, San Giovanni Battista e San Sabino con l’Ospedale e il centro cittadino garantiranno il passaggio dei mezzi ogni 35 minuti invece di 70 previsti nei precedenti esercizi estivi;
  • La linea per Torre Chianca “TC” osserverà una frequenza di passaggio ogni 30 minuti invece dei consueti 60 lungo il percorso City Terminal, V. XXV Luglio, Porta Napoli, Torre Chianca, City Terminal. L’ultima corsa partirà da Torre Chianca alle 21.30;
  • La linea 32, che collega il centro cittadino con San Cataldo, passerà, ogni mezz’ora invece che ogni 40 minuti sul percorso City Terminal, V.le dell’Università, V.le Gallipoli, V.le Otranto, V. Cavallotti, V. Imp. Adriano, San Cataldo (Lidi) , San Cataldo (Rotonda), San Cataldo (Darsena), V. Imp. Adriano, V.le De Pietro, City Terminal. L’ultima corsa partirà da San Cataldo alle 22.15;
  • Stazione Ferroviaria, City Terminal e centro cittadino saranno collegati dalla linea 29 con frequenze ogni 15 minuti negli orari di punta e di 30 nel resto della giornata, invece che con frequenza 20/40 previsti nei precedenti esercizi estivi. 

Orario estivo Sgm, la soddisfazione dell’assessore De Matteis

Novità quindi importanti sono state inserite all’interno del nuovo orario estivo Sgm, novità con cui ogni leccese, ed ogni turista in visita nel capoluogo salentino, potrà cominciare a famigliarizzare da domenica prossima. “Da domenica prossima i cittadini leccesi e i turisti che in questi giorni cominciano a raggiungere la città potranno contare su maggiori corse per le marine  di Torre Chianca e San Cataldo, che saranno raggiungibili con autobus ogni mezz’ora dal centro cittadino, dal City terminal e dai principali viali. L’ultima corsa partirà da San Cataldo alle 22.15, in modo da consentire ai leccesi che useranno il mezzo pubblico, di trattenersi nella marina anche per una passeggiata oltre che per fruire delle spiagge– dichiara l’assessore alla Mobilità sostenibile Marco De Matteis circa il nuovo orario estivo Sgm–  abbiamo ridotto sensibilmente anche i tempi i collegamento tra City Terminal e Stazione ferroviaria, che sono i principali hub intermodali a Lecce e abbiamo scelto di prestare attenzione ai tanti cittadini che partono dalla periferia in autobus per raggiungere l’ospedale o il centro cittadino e che d’estate soffrono la lunghezza delle attese”. 

Skip to content