« Torna indietro

padre

Paura in città. Sfonda una porta a vetri negli uffici della Polizia, arrestato

Dopo la rapina della scorsa notte, di cui vi abbiamo parlato nella giornata di ieri, ancora attimi di paura in città per un episodio che è avvenuto negli uffici della Polizia. Un uomo, infatti, entra in Questura per chiedere un’informazione, ma ne esce con le manette ai polsi e scortato dagli agenti, dopo aver sfasciato a calci la porta d’ingresso di una stanza. L’episodio è avvenuto intorno alle 10.30 all’interno dell’Ufficio Immigrazioni della Questura di Lecce, in via Oronzo Quarta. Ed è qui che un 30enne, di origini maliane, si è reso protagonista dell’episodio incriminato ed ora dovrà rispondere delle accuse di resistenza a pubblico ufficiale, danneggiamento aggravato e interruzione di pubblico servizio.

Paura in città, i motivi dell’ira del 30enne

Aosta: la volante della questura

L’uomo del Mali si è presentato presso gli uffici della Questura per avere delle informazioni in merito alla procedura di rimpatrio volontario assistito. L’iter della procedura, però, è ancora in corso e si dovrà attendere i tempi tecnici prima che venga eseguita. Il giovane è titolare di un permesso di soggiorno per protezione sussidiaria rilasciato dalla Questura di Bari. Quando ha scoperto di questi tempi burocratici ha cui bisogna attenersi, il giovane è andato su tutte le furie e si è scagliato contro la porta d’ingresso della sala soggiorni, mandandola in frantumi. Ed è a quel punto che si sono vissuti attimi di paura in città e per gli agenti che, con grande sangue freddo, sono riusciti comunque a bloccarlo e a condurlo nella camera di sicurezza della Questura. Sentito il parere del pubblico ministero di turno, infine, il 30enne è stato arrestato.

x