« Torna indietro

Perugia, nel giorno dei funerali si scopre cosa potrebbe avere ucciso Maria Elia (VIDEO)

Pubblicato il 2 Aprile, 2022

“Volevo Condividere Con tutti Voi la Mia Sofferenza per la Perdita Di Mia Figlia la Mia Principessa Maria Di Soli 17 anni. Cosciente di aver intrapreso un percorso Giudiziario lungo, tortuoso ed oneroso… Ma Voglio la verità per Maria… non vi chiedo Fiori ma di sostenere e contribuire insieme a me per la causa, con una donazione libera e volontaria“, così Gennaro Elia sulla sua pagina Facebook listata a lutto, per quel lutto senza fine che improvvisamente lo ha aggredito, per non dargli più tregua.

Una delle ipotesi prospettate dai medici a lui e a chi piange la 17enne Maria Elia, deceduta lo scorso 27 marzo all’interno dell’ospedale di Perugia, è quella dell’influenza suina. Ecco qual è il terribile virus che potrebbe avere stroncato la vita della giovane.

Lo rivela l’avvocato Antonio Cozza, uno dei legali dei parenti della vittima. Solo una delle ipotesi, ha sottolineato il legale. La conferma dal punto di vista medico legale dovrà arrivare dalla medicina e dal lavoro dei consulenti e dei periti.

La morte della ragazza è stata improvvisa. Inspiegabile per una persona così giovane e senza patologie. Per questo ancor più dolorosa, insopportabile, inaccettabile.

Maria non aveva neanche il Covid, così come dimostrato dai due tamponi che aveva fatto prima di essere visitata: uno in farmacia e un altro in ospedale.

La polmonite fulminante l’ha uccisa in poche ore. I farmaci e gli antibiotici non hanno abbassato la febbre. È stata subito intubata e portata in terapia intensiva. Ma non è servito. Per questo gli inquirenti stanno valutando l’ipotesi di un virus.

Sulla vicenda, dopo una denuncia presentata dai familiari, la Procura della Repubblica di Perugia ha aperto un fascicolo nel quale è stato ipotizzato l’omicidio colposo contro ignoti ed era stata disposta l’autopsia. Gli esami però non hanno chiarito le cause della morte.

Le altre ipotesi portano a un batterio killer farmacoresistente con il virus dell’influenza.

L’ULTIMO SALUTO

YouTube video

Intanto, oggi pomeriggio si sono svolti i funerali. Una folla di compagni di scuola, insegnanti e i tanti amici che in queste ore hanno inondato i suoi profili social di ricordi condivisi nel breve arco della sua vita con loro: “Pensando a te ci vengono in mente il vino rosso e il sushi. I tuoi colori preferiti, il lilla e il rosa barbie. La tua passione per il Milan e Ibrahimovic, la musica di Marracash. Ti piaceva sfilare e fare la truccoterapia, soprattutto a scuola, e sognare Babbo Natale. Questa eri tu, Maria Elia, ci mancherai”.

Gennaro Elia con la figlia nel giorno del 13esimo compleanno

“Dio mio come devo fare? Io mi è ti affido a te Mio Caro signore!! Ciao!!Amore Mio Tu Mi Dicevi Sempre Che Io Ero La Tua Vita…Ma La Verità E Che Tua Eri La Mia Vita, Che Mi hai Dato La Forza Fino A Oggi…Ma Oggi Sono Morto con Te..Ma Dammi La Forza Almeno finché non trovo la Verità …Ti Amo e Ti Amerò Finché Avrò Fiato.. L’unica consolazione ad Oggi e Che lassù C’è La Nonna Maria che Ti Abbraccia Forte Forte….Sappi Che Io Non Ti Dirò Mai Addio Tesoro Mio Perché io Sono Sempre Con Te”, aveva scritto d’impeto il padre due giorni la scomparsa sconvolgente dell’amatissima figlia.