« Torna indietro

Popolazione mondiale, nuovo record: superati gli 8 miliardi

Pubblicato il 22 Gennaio, 2022

Le Nazioni Unite dovrebbero ufficializzare il superamento degli 8 miliardi della popolazione mondiale agli inizi del 2023.

Lo rivela il contatore (attivo 24 ore su 24) del sito Neodemos. Il nuovo record è stato raggiunto mercoledì scorso, alle 15. E già questa mattina il demometro sulla home page del sito segnala che siamo arrivati quasi a 8 miliardi e 650mila.

Le stime non saranno ufficializzate subito perché il margine di errore è di 100 milioni in più o in meno rispetto al dato reale. Ma, mese più mese meno, ci siamo: sulla Terra ci sono 8 miliardi di uomini. Un dato impressionante, se si pensa che eravamo 4 miliardi nel 1974 e 7 miliardi nel 2011. Un trend frutto dei progressi della medicina, innanzitutto, e del relativo miglioramento delle condizioni di vita.

In questa crescita mondiale della popolazione si inserisce però la crisi demografica dell’Italia che nell’ultimo decennio è rimasta sostanzialmente ferma (-0,1%) mentre la Francia ha guadagnato 4,4 milioni (+6,9%), il Regno Unito 4,3 milioni (+6,8), la Germania 2,9 milioni (+3,7%), la Spagna 700mila (+1,6%). In Italia, secondo il demometro Neodemos, la popolazione è oggi di circa 59 milioni e 400mila ma risalta lo squilibrio crescente tra i giovani (0-19 anni), che sono poco più di 10 milioni, e gli anziani (over 60) che sono quasi 18 milioni e 400mila.

Per il futuro, le previsioni delle stesse Nazioni Unite, sono di un declino demografico dell’Occidente: Europa, Nord America, Australia e Giappone resteranno ferme a 1,3 miliardi complessivi, con gli over 65 che entro il 2050 supereranno gli under 25, mentre la popolazione mondiale aumenterà di 2 miliardi arrivando a 10, a vantaggio di Africa e Asia. Gli Stati Uniti cederanno il terzo posto per popolazione (dopo India e Cina) alla Nigeria.

x