« Torna indietro

Morso alla figlia, perché troppo occidentale

Prende a morsi la figlia perché veste troppo all’Occidentale

Riteneva i precetti della religione islamica troppo limitanti mentre, lei – una ragazza minorenne che abita in provincia di Pavia

Pubblicato il 14 Marzo, 2022

Riteneva i precetti della religione islamica troppo limitanti mentre, lei – una ragazza minorenne che abita in provincia di Pavia – voleva vestire come le sue coetanee. Per la famiglia, invece, doveva portare il velo anche quando andava a scuola ed era considerata “troppo occidentale”. Questa era la critica che la famiglia rivolgeva ad una 16enne, nata in Italia, in un comune del Pavese in una famiglia di nazionalità egiziana, dove le liti continue tra genitori e figlia sono degenerate fino ai morsi della madre sul braccio sinistro della ragazza che è stata anche picchiata.

Un morso sul braccio: ipotesi di reato, abuso di mezzi di correzione

La minorenne, scappata di casa, si è rivolta prontamente ai Carabinieri ed è stata subito fatta visitare da personale sanitario dell’Areu che l’ha medicata. Le ferite al braccio sinistro sono state quindi refertate ed è scattata la denuncia nei confronti della madre, che ha 40 anni. L’ipotesi di reato è l’abuso di mezzi di correzione e disciplina. Nell’attesa di ulteriori accertamenti in corso e delle decisioni del Tribunale per i Minorenni, la giovanissima è stata temporaneamente affidata ad altri parenti che vivono fuori provincia.

Non è la prima volta che fatti del genere si verificano, a Ostia caso simile

Non è la prima volta che eventi simili si verificano. Nel novembre 2021 una giovane ha accusato il fratello di averla picchiata, dopo che si era rifiutata di indossare il velo. La 14enne del Bangladesh in quel caso si era rivolta ai Carabinieri di Ostia e Aveva denunciato la madre e il fratello per ripetute aggressioni, poste in essere con la minaccia di costringerla a tornare in Bangladesh. La giovane era stata in seguito ospitata in una struttura protetta, dopo essere stata medicata all’ospedale Grassi di Ostia.

Foto di repertorio
  

x