« Torna indietro

Rocambolesca fuga su un’auto rubata tra Ponticelli e Cercola, poi l’aggressione ai carabinieri

Calci e pugni ai carabinieri che hanno fermato l’uomo a fatica.

A.R., 36enne di Cercola con precedenti penali, dovrà rispondere di ricettazione e resistenza a Pubblico Ufficiale. L’uomo è stato arrestato dai carabinieri di Torre del Greco e di San Sebastiano al Vesuvio dopo un folle inseguimento, iniziato in via Argine a Ponticelli e conclusosi a Cercola. Durante la rocambolesca corsa fortunatamente non sono state coinvolte altre persone.

La folle fuga e poi l’aggressione

L’uomo viaggiava a bordo di un’auto rubata qualche giorno prima a Portici e, quando i militari hanno provato a fermarlo, ha accelerato dando via ad un lungo e pericoloso inseguimento.

Una volta braccato e senza via di scampo, l’uomo è sceso dal veicolo tentando la fuga a piedi. I carabinieri lo hanno fermato ed accerchiato ma il fuggitivo non si è arreso e li ha colpiti con calci e pugni. A fatica i militari sono riusciti a bloccarlo ed ammanettarlo.

Nell’auto, poi restituita al legittimo proprietario, sono stati rinvenuti attrezzi funzionali allo scasso. L’arrestato, ristretto in camera di sicurezza, dopo il rito direttissimo è stato sottoposto ai domiciliari.

x