« Torna indietro

Sabaudia, l’ignoranza di alcuni non risparmia neanche un bimbo disabile…

Ha voluto sfogare la sua frustrazione attraverso i social media, un mamma rimasta vittima di un episodio davvero spiacevole ieri a Sabaudia.

Autrice del post una signora, Francesca, residente in Germania ma originaria proprio di Sabaudia. Da quanto appurato dal quotidiano Il Messaggero, lei e suo marito ad quattro anni raggiungono l’Italia per consentire al loro bambino autistico di frequentare il campo estivo organizzato da un’associazione di Priverno che si occupa di terapie per bambini con queste forme di disabilità.

Ieri pomeriggio, liberi da impegni, Francesca ha deciso di portare Gabriele al mare, a Sabaudia appunto.

Questo quanto accaduto nelle parole della stessa signora: “Oggi ho deciso di portare mio figlio disabile al mare per qualche ora, premetto che vivo in Germania e non avevo con me il permesso per il parcheggio disabili, ma solo la tessera di disabilità che certifica una disabilità dell’80% ho chiesto gentilmente ad un ausiliario sul lungomare se potevo parcheggiare nel posto riservato ai disabili mostrando la tessera di disabilità tedesca di mio figlio, che dopo un’ora avanti e dietro per trovare un parcheggio ha avuto una crisi, e solo un genitore di un bambino autistico può capire cosa intendo…

L’ausiliare è stata così gentile, vedendo anche le problematiche di mio figlio mi ha dato il permesso. Per correttezza ho anche pagato regolarmente il parcheggio. Ed ho lasciato ben visibili sul cruscotto della macchina sia il tesserino della disabilità che lo scontrino del parcheggio. Ma quando sono tornata alla macchina ho trovato questo bel biglietto ed anche uno sfregio alla macchina…

Tutto questo per dire a quella persona che non solo è un grande ignorante perché il tutto era ben comprensibile anche da chi parla solo l’italiano ma è anche un GRANDE CODARDO dato che poi mi ha sfregiato la macchina dal lato interno invece se fosse stato responsabile delle sue azioni avrebbe avuto il coraggio di firmare il biglietto che mi ha gentilmente lasciato e magari avrebbe potuto sfregiare anche l’altro lato della macchina… Ma vale il detto : ” PICCOLO UOMO GRANDE SODDISFAZIONE…”. Chiedo a tutti i membri del gruppo la condivisione, magari questo EROE ha il coraggio di palesarsi, dato che vedendo le targhe straniere sulla macchina si è sentito molto coraggioso e intraprendente…”.

Vi alleghiamo le foto che la stessa Francesca ha deciso di condividere.

x