« Torna indietro

Salmonella

Allarme salmonella: ritirati wurstel Fiorucci

Pubblicato il 10 Maggio, 2022

Un lotto di wurstel Fiorucci è stato ritirato dal mercato per possibile presenza di salmonella. A darne notizia è il Ministero della salute attraverso la sezione del proprio portale web dedicata agli Avvisi di sicurezza e ai Richiami di prodotti alimentari da parte degli operatori.

Il prodotto interessato dal richiamo sono i wurstel con pollo e tacchino venduti a marchio “Pollì”.

Nel dettaglio, il ritiro dai banchi frigo di negozi alimentari e supermercati riguarda un lotto dei Wurstel Pollì venduti in confezione da 3 per 100 grammi. Come spiega l’avviso di allerta alimentare datato 9 maggio ma pubblicato oggi 10 maggio, le confezioni dei “Wurstel Pollì Mpack 3×100 gr” oggetto del richiamo sono state prodotte dalla società Cesare Fiorucci Spa nel proprio stabilimento di Santa Palomba a Pomezia, nella città metropolitana di Roma.

Le confezioni interessate dal richiamo sono quelle con il lotto numero 226004800 con scadenza fissata al 27 giugno 2022. Il motivo del richiamo è la possibile presenza nel prodotto di salmonella spp.

Si tratta di un richiamo a scopo precauzionale dell’intero lotto disposto dallo stesso produttore ma chi avesse acquistato le confezioni sopra indicate è pregato di non consumare i wurstel.

COS’E’ LA SALMONELLA

La salmonella è l’agente batterico più comunemente isolato in caso di infezioni trasmesse da alimenti, sia sporadiche che epidemiche. Come spiega l’Iss, Le salmonelle non tifoidee, responsabili di oltre il 50% del totale delle infezioni gastrointestinali, sono una delle cause più frequenti di tossinfezioni alimentari nel mondo industrializzato. Le infezioni da Salmonella spp. possono verificarsi nell’uomo e negli animali domestici e da cortile e selvatici- I principali serbatoi dell’infezione sono rappresentati dagli animali e i loro derivati (come carne, uova e latte consumati crudi o non pastorizzati) e l’ambiente (acque non potabili) rappresentano i veicoli di infezione