« Torna indietro

Santa Croce Camerina, bandi Pnrr Asili nido, mense e palestre. Allù: “Il sindaco Barone ha presentato domanda?”

Pubblicato il 21 Febbraio, 2022

Una lettera del candidato sindaco Giansalvo Allù, indirizzata al sindaco di Santa Croce Camerina, Giovanni Barone, per chiedere se il primo cittadino sia al corrente o se abbia presentato domanda per i bandi del Pnrr, la cui scadenza è fissata al 28 febbraio, riguardanti la “realizzazione di strutture da destinare ad asili nido e scuole di infanzia”, la messa in sicurezza e/o realizzazione di mense scolastiche” e “la messa in sicurezza e/o realizzazione di palestre scolastiche”. E’ il senso della missiva che il candidato sindaco del Partito democratico ha indirizzato al primo cittadino santacrocese.

“Nessuna polemica politica – sottolinea Allù – ma solo una legittima istanza negli interessi della comunità. In particolare, l’avviso Asili Nido – spiega ancora – intende far crescere l’offerta di servizi educativi sia per la fascia 0-2 (asili nido), sia per la fascia 3-6 (scuole dell’infanzia), grazie alla realizzazione di nuovi spazi o alla messa in sicurezza di strutture già esistenti, mentre quella sulle mense scolastiche intende aumentare la loro disponibilità, anche per facilitare il tempo pieno, ed è rivolto esclusivamente ai comuni per le scuole di primo ciclo. L’avviso sulle palestre intende aumentarne la disponibilità grazie a nuova realizzazione o alla messa in sicurezza di strutture già esistenti”. Nella sua missiva, Allù chiede dunque al primo cittadino, considerata l’importanza sociale che rivestono tali finanziamenti, se il Comune abbia già presentato istanza di partecipazione alla selezione pubblica oppure se l’istruzione delle relative pratiche sia ancora in corso.

“Con le stesse motivazioni e con lo stesso spirito – sottolinea ancora rivolgendosi al sindaco – le chiedo notizie sul bando scaduto l’8 febbraio scorso per ‘la realizzazione di nuove scuole, mediante sostituzione edilizia, per avere plessi più innovativi, sostenibili, sicuri e inclusivi’. Intercettare tali finanziamenti consentirebbe di affrontare delle priorità per le quali le famiglie e i giovani di Santa Croce in particolare attendono delle risposte concrete. Ad oggi non sappiamo se il Comune abbia partecipato alla selezione e nel caso non lo avesse ancora fatto se voglia o meno avvalersi di tale opportunità”. Allù ha chiesto una risposta scritta da parte dell’Amministrazione.