« Torna indietro

Sezze, furto in villa. Il 112: “Torni in casa, tanto a quest’ora saranno andati via…”

Furto, nella notte, in una villa di Sezze. L’abitazione, di proprietà di un noto professionista, è stata ‘visitata’ dai ladri che hanno messo tutto a soqquadro senza, per altro, portare via nulla di prezioso, come confermato in un lungo post sociale proprio dal proprietario di casa.

Fin qui, nulla di strano, solo che la stessa persona, poi, si sofferma nella sua denuncia pubblica sull’atteggiamento delle forze dell’ordine. Questa la sua testimonianza: “La cosa più grave di tutta questa situazione è che avendo chiamato alle 21:04 il numero unico 112, mi è stato risposto che non avevano macchine a disposizione e che potevo entrare a casa tranquillamente perché sicuramente erano andati via. Avendo due piani di casa più una mansarda ero molto preoccupato ma alla fine sono entrato. Nonostante continui solleciti sono arrivati a casa alle ore 23:05, dopo ben 2 ore. Non dò la colpa ai carabinieri, che si sono comportati professionalmente dicendomi però che erano un’unica pattuglia nella provincia ed avevano un altro intervento a Sabaudia”.

La riflessione, quindi, torna poi sulla sicurezza: “Se chiunque può introdursi all’interno di un’ abitazione, sfondare tutto e ricevere soccorso dopo 2 ore, non mi sento assolutamente tutelato come cittadino. Forza dell’ordine in numero non sufficiente (non per colpa loro) e sistema di richiesta soccorso allo sbando visto che mi è stato risposto di non preoccuparmi e rientrare, “tanto i ladri erano andati via”.

Il lungo post, poi, si conclude con l’appello alla nuova amministrazione che a breve si insedierà, perché il problema della sicurezza venga messo al primo posto

x