« Torna indietro

Giampiero Cirpiani presidente del centro anziani di Sezze

Giampiero Cirpiani presidente del centro anziani di Sezze

Sezze, centro anziani ancora chiuso, l’appello del presidente Giampiero Cipriani

Pubblicato il 3 Settembre, 2020

Dallo scorso febbraio, il centro anziani di Sezze, all’interno del parco della Rimembranza, è chiuso per le attività dei soci.

Sono passati ormai dei mesi e, vista la situazione sanitaria, soprattutto per il coinvolgimento di persone più deboli come sono gli anziani, il provvedimento sembra più che legittimo.

Nei giorni scorsi, però, alcuni cartelli sono apparsi sul cancello della struttura. Ad apporli il presidente del centro anziani, Giampiero Cipriani, che ha voluto, in questo modo, riaccendere l’attenzione sulla situazione della struttura.

“La mia – ci dice il presidente – vuole essere una protesta pacifica, senza alzare troppo i toni e fare polemica, ma da molti dei soci mi giungono lamentele che non posso ignorare”.

Infatti, negli ultimi mesi, dopo il lockdown, la struttura che, per chi non la conoscesse, dispone di una grande tribuna e di un palcoscenico, ha ospitato diverse manifestazioni. Il tutto nel rispetto delle normative vigenti anti covid.

Ora, la domanda che molti dei soci si sono fatta è questa: perché altri soggetti o associazioni possono usufruire della struttura, mentre noi ancora non possiamo?

“Lo scorso giugno – prosegue il presidente del centro anziani di Sezze – ho ricevuto una lettera del comune che ci autorizzava alla riapertura, naturalmente osservando alcune condizioni di tipo sanitario. Ci veniva chiesto di registrare i frequentatori, misurare la temperatura, sanificare gli ambianti, disporre punti per la sanificazione delle mani tramite gel igienizzante e cose del genere… Tutto giusto e tutto condivisibile, ma qui nasce un altro problema”.

Il nocciolo della questione lo espone sempre Cipriani: “Noi qui facciamo volontariato. La nostra iniziativa non ha scopo di lucro per cui non abbiamo i fondi ne i mezzi per fare fronte a queste richieste.

Ho cercato – conclude il presidente – di contattare il comune, ho scritto una lettera chiedendo un incontro per vedere di risolvere la situazione, ma non ho ancora ricevuto risposta.

Una cosa è certa, noi non ci sentiamo di prenderci la responsabilità di riaprire il centro anziani di Sezze”.

Ora la palla passa all’amministrazione comunale.

Skip to content