« Torna indietro

Spiaggia naturista a Messina: bocciata l’area di Capo Rasocolmo

Al consiglio comunale l’area è stata bocciata per l’istituzione della spiaggia naturista a Messina.

Pubblicato il 2 Dicembre, 2021

Ieri è stato approvato l’emendamento generale che istituisce la spiaggia naturista a Messina, ma l’emendamento dei 5 Stelle che stabiliva a capo Rasocolmo S.Saba per capirci, la realizzazione del sito naturista è stato bocciato. Quindi durante l’iter del Pudm (Piano di Utilizzo del Demanio Marittimo) saranno la Regione, il demanio e chi dovrà decidere la location dove ubicare la spiaggia naturista a Messina.

Ora iniziamo la forzatura a quanto richiesto per un ordinanza provvisoria a Capo Rasocolmo – afferma Rosario Duca dell’Arcigay Makwan Messinain attesa dell’ individuazione di quella che sarà definitiva. I consiglieri contrari che ieri in gran parte hanno votato favorevolmente alla realizzazione di un sito naturista, dovrebbero spiegare il perché non a Capo Rasocolmo dove da oltre cinquant’anni esiste. Non staremo mani nelle mani. Mi auguro solo che in caso di un ordinanza provvisoria non facciano opposizioni come molti di loro mi hanno garantito di fare. Ho in mente un iniziativa/convegno che spero prima Natale di poter fare e li inviteremo tutti questi consiglieri. Dovranno dirci in pubblico le ragioni del no al sito di Rasocolmo e ad altro sito invece si. I consiglieri comunali non dovrebbero rappresentare i desideri del popolo e tutelare i diritti di questo? Così non è per i Consiglieri comunali che vogliono discriminare anche in questo. Comunque, continueremo a lottare perché il sito sia quello e comunque di la fino alla definizione del pudm non ci muoveremo. Con l’eventuale ordinanza sindacale o senza. Attueremo tutte quelle azioni che la legge consente per protestare contro questo ulteriore sopruso messo in atto stavolta da consiglieri comunali”.

Ci giunge questo chiarimento da parte di un consigliere comunale: L’emendamento passato ieri interviene nel regolamento generale di attuazione del Pudm. Nel regolamento generale, pertanto, sull’area di Capo Rasocolmo è espressamente prevista la fruizione del mare ai bagnanti naturisti. Quindi questa sarà la regola generale, che non potrà in alcun modo essere violata da nessuna amministrazione. L’emendamento bocciato di oggi, invece, prevedeva che su Capo Rasocolmo potesse essere data una concessione a qualcuno che potesse aprire un lido attrezzato naturista. E l’aula non ha approvato. Orbene quindi non è stata bocciata l’area di naturismo a Capo Rasocolmo, che è stata istituita ieri sera con il primo emendamento. È stata bocciata la possibilità di fare un lido in quell’area. Ma l’attività naturista (senza lido, purtroppo) sarà ufficialmente consentita e regolare a tutti gli effetti”.

Skip to content