« Torna indietro

Strage a scuola: uccisi 19 bambini e due adulti. Morto il killer 18enne

Ancora un massacro che inorridisce gli Stati Uniti e riapre il dibattito sulle armi. Ad Uvalde nel Texas, un killer appena 18enne, Salvador Ramos,

Pubblicato il 25 Maggio, 2022

Ancora un massacro che inorridisce gli Stati Uniti e riapre il dibattito sulle armi. Ad Uvalde nel Texas, un killer appena 18enne, Salvador Ramos, ha compiuto una strage; prima di andare a scuola ha sparato anche alla nonna. Sulla carneficina è intervenuto anche il presidente Biden che ha chiesto di “trasformare questo dolore in azione”. La legislazione texana sulle armi è tra le più permissive al mondo.

La strage

Sono 19 i bambini uccisi e 2 adulti: intorno alle ore 11.30 locali nella Robb Elementary School della cittadina di Uvalde. A sparare è stato un 18enne, identificato come Salvador Rolando Ramos, ucciso poi dalla polizia, dopo essersi asserragliato nella stessa scuola. Il giovane era armato con una pistola e un fucile e ha colpito da solo; sarebbe arrivato nei pressi della scuola in auto e dopo averla parcheggiato (non è chiaro se c’è stato prima un incidente) è entrato nell’edificio ed ha iniziato a sparare.

Un agente della polizia di frontiera che si trovava nelle vicinanze avendo sentito i colpi si sarebbe precipitato nell’istituto e avrebbe sparato e ucciso Ramos.

La strage, con i suoi 21 morti oltre al Killer, è la seconda sparatoria più sanguinosa nella storia d’America in una scuola.

Le dichiarazioni del Governatore

“Ha sparato e ucciso in maniera terribile e incomprensibile gli studenti e un insegnante”, ha detto il governatore Greg Abbott. Secondo la ricostruzione, il 18enne – uno studente della locale high school – prima di entrare nella scuola elementare avrebbe sparato anche a sua nonna, uccidendola. Nel conflitto sono rimasti feriti gravemente due agenti colpiti dai proiettili. “Il soggetto – ha dichiarato il governatore – prima della strage ha sparato alla nonna, non ho elementi per collegare i due episodi. Quando i genitori lasciano i bambini a scuola, sanno che potranno prenderli a fine della giornata. Ci sono famiglie ora sconvolte dal dolore. Lo stato del Texas soffre con loro, questi genitori non potranno riabbracciare i loro bambini”, ha concluso il governatore Abbott.

Chi era Salvador Ramos

Salvador Ramos, era impiegato da Wendy’s, una popolare catena di fast food statunitense. Alla CNN, Adrian Mendes, direttore del Wendy’s, ha dichiarato che Ramos “era un ragazzo riservato”, un “tipo tranquillo. Non ha socializzato con gli altri dipendenti”. Ramos, era uno studente del liceo della cittadina.

Un ex compagno di classe del killer ha raccontato che Ramos gli avrebbe mandato un messaggio con le foto di armi e una borsa strapiena di munizioni qualche giorno prima della strage. Quando il compagno gli ha chiesto il perché avesse tutte quelle armi, avrebbe risposto: “Non preoccuparti”. Ramos, continua il racconto del compagno, in passato, sarebbe stato preso in giro per come si vestiva e per la situazione economica della sua famiglia. Frequentava molto poco la scuola.

ramos-2
Salvador Ramos, foto dal profilo Instagram

Ramos ha comprato le armi appena ha compiuto 18 anni. Poche ore prima della strage avrebbe inviato un messaggio a una sconosciuta su Instagram: “sto per..”. Come riportato dai media americani, sul suo account, bloccato quando è stato diffuso il suo nome, aveva pubblicato un selfie e altre foto di armi.

ramos uvalde-2

Una foto pubblicata da Ramos su Instagram

Biden: “Servono leggi sulle armi”

Il presidente Biden si è rivolto alla nazione ieri sera (martedì) chiedendo leggi sulle armi di “buon senso” e ha affermato che “E’ ora di trasformare questo dolore in azione”. 

Il bilancio della strage di Uvalde, potrebbe aggravarsi ancora perché alcuni feriti sono in gravi condizioni.