« Torna indietro

EMILIANO PREFETTURA vertice coronavirus covid prefetti

Tampone obbligatorio per chi torna dalla Sardegna. La stretta di Emiliano in Puglia

Pubblicato il 29 Agosto, 2020

Chi torna in Puglia dalla Sardegna dovrà sottoporsi al tampone obbligatorio. È questa l’ultima decisione presa dal Presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano per cercare di porre un freno alla seconda ondata di contagi che, come da lui stesso ammesso un paio di giorni fa dopo la riunione con gli esperti, sta investendo il territorio pugliese. Gli ultimi dati non sono incoraggianti, anzi fanno temere il peggio e tutti i contagi di ritorno dalle vacanze in Sardegna impongono una misura drastica come quella del tampone obbligatorio. “Dal 23 agosto a oggi sono 18 i casi di pugliesi risultati positivi al Covid di rientro dalle vacanze in Sardegna, pari al 9% del totale dei positivi”, si legge nel comunicato diffuso nelle scorse ore dal governatore. “Per questo le autorità hanno dato disposizione ai dipartimenti di Prevenzione delle Asl di contattare tutti coloro che arrivano o rientrano in Puglia dalla Sardegna per sottoporli a tampone obbligatorio. La disposizione è rivolta a tutti coloro che sono arrivati dalla Sardegna a partire dal 15 agosto”.

Tampone obbligatorio per chi torna dalla Sardegna. Al via i controlli incrociati

oggi 99 nuovi contagiati

La misura del tampone obbligatorio è una pezza che serve a coprire un buco che ormai si sta prorogando, ma secondo Emiliano è necessaria per evitare ulteriori focolai. Ci sono troppi contagi di ritorno dalla Sardegna e ci vuole un piano per fermare questa emorragia. Il Presidente della Regione Puglia, poi, spiega quale sarà la dinamica dei controlli. “Il bacino di persone a cui si rivolge lo screening conta 923 cittadini, cioè quelli che si sono autosegnalati sul sito regionale alla fine delle vacanze. Se ci sono cittadini che hanno dimenticato di compilare il modulo online di autosegnalazione obbligatorio per tutti coloro che arrivano da fuori regione si invitano gli stessi a provvedere immediatamente, anche perché saranno attivati i controlli incrociati da parte dei dipartimenti di prevenzione della Asl anche con il supporto delle forze dell’ordine per accertare che tutti i passeggeri di aerei o navi residenti in Puglia di rientro dalla Sardegna dal 15 agosto si siano effettivamente autosegnalati al loro arrivo in Puglia, ai fini della verifica di completezza”.