« Torna indietro

Tavolo Pfizer al Palazzo della Regione, prorogata procedura. Coco (Femca Cisl): “Ora dobbiamo discutere gli incentivi per i lavoratori”

Ecco l’esito del tavolo di oggi al Palazzo della Regione di Catania sulla vertenza Pfizer

Pubblicato il 29 Marzo, 2022

Aumentano le speranze per i lavoratori dello stabilimento Pfizer di Catania dopo il tavolo di oggi al Palazzo della Regione del capoluogo etneo alla presenza dell’assessore regionale al Lavoro, Antonio Scavone, e della dirigente del Centro per l’Impiego del capoluogo etneo, Salvatrice Rizzo.

La procedura infatti è stata prorogata fino al prossimo 24 aprile, come comunicato durante l’incontro sia dai vertici aziendali che dalla stessa dottoressa Rizzo. Il prossimo step sarà però quello di definire gli incentivi per le diverse categorie dai lavoratori.

Il prossimo 6 aprile nella sede della Confindustria di Catania è previsto un nuovo incontro e la conferma è arrivata dal segretario generale della Femca Cisl di Catania, Giuseppe Coco, che ha anche sottolineato come oggi non si sia parlato dei problemi relativi al piano industriale e al possibile tavolo nazionale, ma anche come la speranza che il numero dei licenziamenti possa essere quantomeno diminuito ci sia, facendo però in fretta per sapere quali saranno gli incentivi.

“La azienda con la responsabile dell’ufficio del lavoro – ha detto Coco – hanno confermato la proroga fino al prossimo 24 aprile della procedura. Dobbiamo comunque cercare di capire quali saranno gli scenari perché poco prima di questa scadenza dovremmo avere molto più chiaro il quadro della situazione. La stessa azienda ha presentato una griglia di incentivi per le diverse categorie di dipendenti, tra cui i pensionabili o chi ha accettato il trasferimento ad Ascoli Piceno, che verrà discussa giorno 6 aprile alla Confindustria. Non si è parlato di piano industriale e dell’arrivo al tavolo nazionale al Ministero per lo Sviluppo Economico anche perché quella di oggi non era la sede giusta, ma queste questioni rimangono in ogni caso importanti. Per arrivare a ciò le persone coinvolte dovranno essere esaminate in base alla loro attuale posizione lavorativa. Per sapere se il numero dei licenziamenti potrà essere ridotto è ancora presto per dirlo, anche perché si devono capire anche i numeri relativi a queste persone”.

Da canto suo l’assessore Scavone ha affermato: La ritrovata apertura al dialogo tra le parti premia il misurato intervento della Regione che ha voluto fortemente restituire condizioni di serenità al confronto per tutelare i lavoratori; al contempo cercheremo di aprire un dialogo col governo nazionale affinché si possa ottenere la garanzia di continuità delle attività della Pfizer e il suo rilancio nel territorio isolano”.

Immagine di repertorio

LEGGI ANCHE: TAVOLO VERTENZA PFIZER, REGIONE: “INIZIATIVA IN CONTINUITÀ CON AZIONE INTRAPRESA DA ASSESSORE SCAVONE”

x