« Torna indietro

Tentato furto di carburante in azienda, in due costretti alla fuga senza bottino

Pubblicato il 2 Marzo, 2022

Dopo le tante rapine avvenute negli ultimi giorni nel Salento, ancora un tentato furto in un’azienda della provincia di Lecce. Due malviventi hanno atto irruzione con passamontagna all’interno di un’azienda con l’intenzione di rubare del carburante contenuto nei mezzi di lavoro, ma l’intervento di vigilantes e polizia li ha costretti a fuggire a mani vuote. L’episodio è avvenuto nel tardo pomeriggio di ieri all’interno della cava della ditta “Concrete” di Trepuzzi, azienda che si occupa di inerti e calcestruzzi. Tutto è avvenuto intorno alle 19.20 di ieri e a scoprire quello che stava avvenendo sono stati alcuni vigilanti della “Fidelpol”.

Tentato furto in una cava, si indaga per risalire ai due malviventi

Gli operatori della centrale operativa dell’istituto di vigilanza hanno notato due persone, con il volto coperto da passamontagna, che si aggiravano all’interno della cava con in mano delle grosse taniche in plastica, allo scopo evidente di asportare del carburante dai mezzi parcheggiati di proprietà dell’azienda. Lanciato l’allarme del tentato furto al 113, nel giro di pochi minuti sono giunti sul posto gli agenti della polizia con due auto di pattuglia, insieme ad altre due auto della “Fidelpol”. Questo massiccio intervento ha fatto desistere i due malviventi dal tentato furto tant’è che, all’arrivo delle guardie giurate e dei poliziotti, i due malviventi si erano già dileguate, facendo perdere le proprie tracce. Si indaga, ovviamente, per risalire all’identità dei due banditi.