« Torna indietro

Tentato omicidio dopo lite per gelosia, due arresti nel Salento

Pubblicato il 31 Marzo, 2022

Un episodio che avvenne alla Vigilia di Natale, ma che ricorda altri simili avvenuti nel territorio salentino e che raccontano di un tentato omicidio. Il movente è sempre lo stesso: la gelosia, quella ossessiva, quella malata che fa fare cose folli. Ed è questo quello che è successo la notte del 24 dicembre scorso, in pieno centro a Brindisi, nel cuore della movida. Due uomini, infatti, sono finiti in manette con l’accusa di tentato omicidio. Entrambi sono brindisini. Si tratta di Umberto Martina, 31enne, e Nicolò De Marco, 28enne, ai quali è stata notificata un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip su richiesta della Procura di Brindisi.

Tentato omicidio dopo furiosa lite, 33enne in Ospedale

Secondo la ricostruzione estrapolata dalle indagini condotte in questi mesi, i due brindisini avrebbero accoltellato un 33enne alla Vigilia di Natale, a seguito di una furiosa litigata. Il tutto sarebbe avvenuto per motivi di gelosia. Prima l’accesa discussione, poi calci e pugni e alcune coltellate. L’aggredito fu trasportato, con codice rosso, all’Ospedale Perrino di Brindisi con ferite al volto ed al torace. Le indagini della Squadra Mobile, che hanno poi portato agli arresti per tentato omicidio, sarebbero state inizialmente ostacolate dalla reticenza di alcuni possibili testimoni oculari della vicenda. Gli elementi acquisiti dagli investigatori, però, hanno permesso di ricostruire quanto accaduto e di risalire alla lite, inizialmente verbale, poi degenerata nell’aggressione e nell’accoltellamento.

x