« Torna indietro

brindisi

Terracina, vicesindaco ed un imprenditore finiscono agli arresti domiciliari

Pubblicato il 14 Gennaio, 2022

Sono due le misure cautelari eseguite questa mattina dai carabinieri della Compagnia di Terracina in collaborazione con la Guardia Costiera.

Agli arresti domiciliari, come riporta il quotidiano Latina Oggi, sono finiti il vicesindaco è assessore all’Urbanistica Pierpaolo Marcuzzi, 50 anni, e Emiliano Suffer, un imprenditore di etnia Rom attivo nel settore dell’intrattenimento degli spettacoli viaggianti.

Secondo quanto trapelato, sarebbero in tutto 12 gli indagati. Tra i restanti 10, tutti a piede libero, ci sarebbero anche un tecnico e un dipendente comunale.

La vicenda sarebbe legata all’occupazione, da parte di privati, di un’area appartenente al demanio nella zona del porto di Terracina, quella che comunemente viene definita Stella Polare; l’occupazione avviene durante l’estate, e l’area è adibita ad ospitare le giostre. L’area, però, nell’estate del 2020 è stata sottoposta a sequestro giudiziario per difformità rispetto a permessi e autorizzazioni.

I reati contestati sono ‘tentata estorsione e istigazione alla corruzione commessi rispettivamente ai danni di un dirigente comunale e del comandante della Guardia Costiera di Terracina.

Skip to content