« Torna indietro

Terrore a Barra: minaccia i passanti con coltello e pistola, ferito da un finanziere

Colpi di pistola in viale 2 giugno.

Pubblicato il 21 Gennaio, 2022

Attimi di terrore oggi in viale 2 giugno che collega i quartieri di San Giovanni e Barra, dove si è verificata una sparatoria, la cui dinamica è in corso di accertamento.

Secondo il racconto dell’organizzazione “Nessuno tocchi Ippocrate”, uno straniero stava percorrendo viale 2 giugno armato di un coltello ed una pistola, risultata poi giocattolo, minacciando i passanti.

Un finanziere, vedendosi puntare l’arma addosso, ha sparato contro l’uomo e lo ha ferito ad una gamba. Portato all’ospedale, ha aggredito il personale sanitario, probabilmente, per sfuggire alla cattura ed all’arresto.

Il racconto dell’organizzazione “Nessuno tocchi Ippocrate”

L’organizzazione “Nessuno tocchi Ippocrate” ha così commentato l’episodio: “La centrale operativa 118 alle 14:09 viene allertata in Viale 2 Giugno (al confine tra San Giovanni a Teduccio e Barra) per una persona attinta da arma da fuoco, sembra in seguito a conflitto a fuoco tra Guardia di Finanza e Malviventi.

La postazione 118 dell’Annunziata, giunta dopo poco sul posto, carica un ferito e lo trasporta all’Ospedale del Mare. Una volta giunti in pronto soccorso il ferito sferra un pugno in faccia all’infermiere e spintona l’autista slogandogli una spalla!

Secondo le prime ricostruzioni uno straniero percorreva viale 2 giugno armato di pistola e coltello minacciando i passanti (pistola risultata poi giocattolo), un finanziere è intervenuto e vedendosi puntare l’arma addosso ha fatto fuoco e lo ha colpito ad una gamba. Evidentemente per non farsi arrestare una volta giunti in pronto soccorso, l’uomo, ha aggredito il personale sanitario”.

A margine dell’episodio il commento di Manuel Ruggiero, Presidente NTI: “Nel nostro lavoro si rischia doppiamente la vita, sia per le aggressioni sia per essere i primi ad accorrere sul luogo di una sparatoria, abbiamo bisogno di tutele, di certo non pretendiamo la scorta armata ma almeno tutti i mezzi atti a prevenire questi eventi nonché la tutela legale! Abbiamo paura di andare a lavoro!”.

x