« Torna indietro

Terzigno

Terzigno, scoperta attività in nero. Case adibite ad opifici e smaltimento di rifiuti irregolari

Tre cittadini cinesi avevano adibito delle fabbriche di civile abitazione ad opifici irregolari, in spregio a tutte le normative in materia ambientale, sanitaria e fiscale.

Pubblicato il 31 Luglio, 2020

I militari del Nucleo investigativo di Polizia Ambientale, Agroalimentare e Forestale di Napoli hanno effettuato controlli approfonditi per contrastare le attività in nero sul territorio di Terzigno.

In particolare è stata ispezionata un’area dove erano presenti 4 corpi di fabbrica, di civile abitazione, adibiti ad opifici. L’attività, totalmente in nero, era gestita da 3 cittadini cinesi. I militari hanno accertato la presenza di 9 lavoratori cinesi, lo smaltimento illecito di rifiuti provenienti dal settore tessile e l’assenza delle norme sulla tutela dei lavoratori.

L’intera area e le attrezzature presenti negli immobili sono state sottoposte a sequestro. Il controllo ha evidenziato un’attività senza alcuna autorizzazione, in spregio alle più comuni normative in materia ambientale, sanitaria e fiscale.

Skip to content