« Torna indietro

truffa

Compra un cucciolo di cane, ma il venditore fa perdere le proprie tracce. Truffa online ad una donna di Cursi

Un’altra truffa online nei confronti di un salentino si è consumata nei mesi scorsi e ha visto come vittima una donna di Cursi che voleva soltanto acquistare un cucciolo di cane. Nello scorso mese di ottobre una donna, residente a Cursi, pubblicava su un noto sito di commercio on line un annuncio per l’acquisto di un cucciolo di cane razza “maltese”. La stessa è stata contattata telefonicamente, circa un’ora dopo aver pubblicato l’annuncio, da una persona di sesso femminile che riferiva di chiamarsi “Simona”, che le comunicava d’avere il cucciolo da lei richiesto e che era disponibile a venderlo. È susseguito uno scambio di messaggi, tramite una nota piattaforma, per giungere infine ad un accordo che prevedeva il pagamento di una somma di denaro pari a 300 euro da versarsi a nome del marito della venditrice indicato da lei come D.G., tramite un metodo di pagamento elettronico. Nel pomeriggio dello stesso giorno, la donna si recava presso una agenzia di invio denaro di un paese vicino ed effettuava il versamento del denaro richiesto non senza prima essere stata più volte rassicurata, dal venditore, circa le modalità di spedizione dell’animale che secondo lo stesso sarebbe avvenuta tramite aereo con il servizio dedicato al trasferimento di animali sino a Brindisi e con un corriere sino al domicilio dell’acquirente.

Truffa online, denunciato 39enne tarantino

Di fatto, proprio in quel momento, si è cominciata a consumare la vera e propria truffa online. L’animale, infatti, non è mai giunto nell’abitazione della sua nuova padrona che è stata bloccata da tutti i contatti telefonici del presunto venditore dopo aver tentato più volte di contattarlo per chiedere delucidazioni. Il comportamento dell’uomo ha indotto così la donna a cominciare a capire di essere rimasta vittima di una truffa online. Quest’ultima, quindi, si è recata presso il Commissariato della Polizia di Stato di Otranto per sporgere denuncia. A seguito della denuncia, gli investigatori dello stesso Commissariato hanno cominciato una fitta attività investigativa, conclusasi nella mattinata odierna, che ha interessato anche altri Uffici di Polizia; attività che ha portato i suoi frutti dato che si è riusciti a identificare con certezza l’autore della truffa online. Indagini che si sono rivelate molto complicate perché l’uomo, già precedentemente denunciato per numerosi reati analoghi, aveva utilizzato alcuni ingegnosi espedienti per sfuggire all’individuazione e solo l’esperienza e la caparbietà degli agenti ha permesso la sua certa individuazione ed il conseguente deferimento all’Autorità Giudiziaria competente.

x