« Torna indietro

Ucraina

Ucraina, l’ansia del sindaco di Lentini: “Spero non si attivi Sigonella”

Pubblicato il 23 Febbraio, 2022

“Siamo molto preoccupati per la situazione in Ucraina. Spero non si arrivi mai all’uso di Sigonella come base militare attiva”. Così Rosario Lo Faro, sindaco di Lentini, piccolo centro del siracusano, e poco distante da Catania, su cui ricade il territorio dell’aeroporto militare dell’Aeronautica Militare Italiana di Sigonella.

L’aeroporto di Sigonella è sede del 41º Stormo AntiSom, l’11º Reparto manutenzione velivoli ed il 61º Gruppo Volo. “In passato – ricorda Lo Faro – abbiamo già vissuto momenti del genere. Situazioni che hanno coinvolto anche il nostro territorio. Certo, non siamo indifferenti per come si stanno evolvendo le cose nella guerra in Donbass”.

“Non so se già sia stato diramato uno stato di allerta – afferma il sindaco eletto tre mesi fa – Stiamo ripristinando i rapporti con Sigonella in questo ultimo periodo. Un mese fa ci sono andato per parlare sia con la parte italiana e poi ho incontrato, in maniera occasionale, la parte americana. Stiamo cercando di riprendere i rapporti che nel recente passato non sono stati coltivati”.

“Quando sono andato un mese fa – rivela Lo Faro – non si parlava ancora delle tensioni in Ucraina. I problemi erano legati all’attività dell’Etna, ma non ho percepito preoccupazioni per altre situazioni. Ma il periodo era diverso, non era recente. Sigonella è una base operativa a tutti gli effetti, ha un ruolo strategico. Non credo sia cambiata la situazione. Ha un ruolo centrale, e noi siamo veramente preoccupati, non c’è dubbio. La speranza è che non si arrivi a un punto di rottura e che le tensioni non sfocino in una guerra”.