« Torna indietro

Una doppietta di Moro e il Catania al Massimino doma il Potenza

Al Massimino il Catania torna alla vittoria grazie a una doppietta del capocannoniere Luca Moro, che rende inutile il gol dei lucani con Ricci.

Torna alla vittoria il Catania e lo fa davanti al proprio pubblico mettendo in mostra una prova più che eccellente pur soffrendo fino allo scadere per portare a casa il risultato. Contro Potenza al Massimino finisce 2-1, con doppietta dell’onnipresente Moro, e gli uomini di Baldini adesso salgono a quota 22 in classifica.

Baldini si affida oggi a un 4-4-2 con la coppia d’attacco Moro-Sipos. Trocini, tecnico dei lucani, schiera un 3-5-2 con Volpe e Ricci nel ruolo di terminali offensivi.

La prima azione degna di nota è all’8′ quando Moro spara alto un tiro dopo una respinta della difesa conseguente a un’azione orchestrata da Ceccarelli e Sipos. Due minuti più tardi Sala neutralizza senza problemi un tentativo di Volpe. Al 12′ i rossazzurri protestano per un fallo di mano in area potentina dopo un tiro di Rosaia e due minuti dopo per un intervento duro su Russini.

Al 16′ Monteagudo colpisce di testa e lambisce la traversa, ma viene pescato in fuorigioco dal guardialinee. Sull’altro fronte, cinque minuti più tardi, Sala è attento su un tiro insidioso di Sandri. Al 27′ Russini prova a mettere in area, ma nessuno degli avanti rossazzurri è pronto a colpire e l’azione sfuma. Nel minuto successivo però Marcone si oppone a un bel tiro al volo dello stesso attaccante rossazzurro.

Nei minuti successivi gli ospiti provano qualche folata offensiva, ma senza rendersi pericolosi. Al 34′ Baldini è costretto a togliere Russini, probabilmente per un problema fisico, e a mettere Russotto. Ed è proprio lui durante i minuti di recupero a procurarsi un calcio di rigore per un atterramento subito dal portiere ospite Marcone in uscita, che nell’occasione viene anche ammonito; sul dischetto si presenta Moro, che con la classica freddezza non sbaglia. 1-0. Subito dopo quest’azione l’arbitro manda le squadre negli spogliatoi e il primo tempo si conclude con gli etnei in vantaggio per uno a zero.

Due minuti dopo il fischio d’inizio della ripresa Marcone blocca un cross in area di Ceccarelli e subito dopo il portiere ospite compie un miracolo su Sipos, servito da Moro e a tu per tu col portiere. Al 50′ tocca a Sala bloccare un cross di Vecchi.

Ma il gol del raddoppio è nell’aria e si concretizza al 58′ quando Russotto prende palla dalla propria metà campo e si invola verso la porta avversaria; Marcone respinge il suo tiro, ma Moro è lesto a riprendere la sfera e lo trafigge. 2-0. Gli etnei forti del doppio vantaggio continuano a spingere e al 64′ Marcone para un bel tiro di Sipos dopo un’azione portata avanti da Moro e Ceccarelli.

Gli ospiti ci provano al 66′ prima con Ricci e poi con Volpe, ma nel primo caso il tiro termina alto e nel secondo termina fuori. Al 71′ però riescono a ridurre le distanze: Sepe, entrato al posto di Vecchi, avanza palla al piede sulla fascia e mette in mezzo trovando la respinta della difesa rossazzurra, ma dal limite si presenta Ricci, che tira e insacca. 2-1.

I rossazzurri provano subito a fare la voce grossa dopo il gol subito e al 72′ Marcone smanaccia non senza qualche difficoltà un diagonale di Ropolo. Sette minuti più tardi il portiere ospite deve intervenire su Greco ben lanciato da Izco. Baldini è costretto a correre ai ripari inserendo Albertini e Izco al posto di Ceccarelli e Sipos.

All’85’ ci prova per i rossazzurri Calapai, ma il suo tiro, dopo una respinta di Piana su precedente tentativo di Moro, finisce alto. Due minuti dopo brivido per la difesa rossazzurra con Claiton che interviene in area respingendo un cross con un avversario accanto pronto a colpire. Nei quattro minuti di recupero l’unico rischio per i rossazzurri è su un tiro di Sessa terminato alto. Al triplice fischio il Catania batte il Potenza per 2-1 e ottiene così una vittoria scacciacrisi dopo due sconfitte consecutive. Adesso per i rossazzurri domenica 5 dicembre ci sarà una trasferta a Latina nella quale si dovrà dimostrare una certa maturaità anche lontano dalle mura amiche.

IL TABELLINO

Catania (4-4-2): Sala; Calapai, Claiton, Monteagudo, Ropolo; Ceccarelli, Rosaia, Greco, Russini; Moro, Sipos. Allenatore Francesco Baldini

Potenza (3-5-2): Marcone; Matino, Piana, Cargnelutti; Vecchi, Zampa, Zagaria, Sandri, Coccia; Volpe, Ricci. Allenatore Bruno Trocini

Marcatori: 45′ + 2′ Moro rig. (C), 58′ Moro (C), 71′ Ricci (P)

Ammoniti: 4′ Cargnelutti (P), 39′ Zampa (P), 40′ Ricci (P), 45′ Vecchi (P), 45′ + 2′ Marcone (P), 67′ Matino (P), 78′ Izco (C), 89′ Sepe (P)

Sostituzioni Catania: 34′ Russini/Russotto, 76′ Sipos/Izco e Ceccarelli/Albertini, 88′ Greco/Zanchi

Sostituzioni Potenza: 62′ Vecchi/Sepe, Zampa/Zenuni e Zagaria/Banegas, 69′ Volpe/Sessa, 88′ Matino/Maestrelli

Recupero: 3′ 1T, 4′ 2T

Arbitro: Marco Ricci di Firenze

Spettatori: 2.817 per un incasso di 10.948 euro

x