« Torna indietro

Vergogna al cimitero di Ponticelli, rubati portafiori e vasi in rame (VIDEO)

L’episodio segnalato da un cittadino al consigliere Borrelli.

Pubblicato il 20 Dicembre, 2021

Ancora una volta i vandali non si fermano neanche davanti ai luoghi sacri. Infatti, nella giornata di ieri, sono state profanate le tombe nel cimitero di Ponticelli. Il vile atto ha riguardato soprattutto il furto dei vasi di rame che vengono utilizzati per depositare i fiori sulle tombe dei defunti.

I sentimenti che hanno pervaso l’animo delle persone che ieri si sono recate al cimitero per dare un saluto ai propri cari sono stati di dolore e di sgomento. Una madre, che era andata a visitare la tomba della figlia defunta, è stata colta da un improvviso malore alla vista di quello scempio.

Ovviamente, i custodi del cimitero hanno subito denunciato il fatto ai carabinieri, i quali si sono subito adoperati per cercare di fare piena luce sull’accaduto e per consegnare alla giustizia i responsabili.

“E’ come essere braccati da un branco di lupi famelici che seminano ovunque soprusi e violenza, anche i cimiteri sono diventati terreni da depredare. Non si può oltraggiare il dolore della gente, non è consentito toccare quel che resta dei propri cari.

Lo scempio delle tombe è da barbari, risalire ai responsabili e dare segnali chiari e inequivocabili”. Lo ha detto Francesco Emilio Borrelli, consigliere regionale di Europa Verde a cui hanno chiesto di intervenire i cittadini di Ponticelli.

Quello di ieri a Ponticelli è solo l’ultimo caso. Infatti episodi del genere sono sempre più frequenti nei diversi cimiteri che sono presenti a Napoli. Gli autori di questi atti vandalici sono persone senza umanità che pur di racimolare poche centinaia di euro sono pronte anche a depredare i luoghi in cui è conservata la memoria di persone ormai defunte.

x