« Torna indietro

Violenza nel Salento. Non accetta la multa e aggredisce comandante e agente della Polizia Locale

Pubblicato il 2 Maggio, 2022

Dopo quelli avvenuti nei giorni e nelle settimane scorse, ancora un episodio di violenza nel Salento. La vicenda, questa volta, coinvolge e vede come aggrediti, degli uomini in divisa come il comandante dei vigili urbani di Porto Cesareo, Cosimo Tafuro ed un collega in servizio. La causa scatenante dell’aggressione sarebbe da attribuire ad una multa mal digerita. Il tutto si è verificato nel pomeriggio di ieri, domenica 1 maggio, a Porto Cesareo, nei pressi di piazza Nazario Sauro davanti a tanti testimoni. A finire nei guai per questo episodio di violenza è stato un uomo che aveva parcheggiato l’auto in divieto di sosta e si era spostato a prendere un gelato con la moglie. Prima l’esortazione da parte della Polizia Locale di spostare il mezzo, poi il suo rifiuto di farlo se non dopo aver terminato la degustazione del gelato poi, dopo un nuovo invito da parte degli agenti, l’aggressione, prima verbale e poi fisica. Dopo l’aggressione l’uomo è fuggito a bordo della sua auto ed è stato inseguito, oltre che dalla locale, anche dai carabinieri.

Violenza nel Salento, le parole del sindaco di Porto Cesareo

destinazioni preferite dagli italiani
destinazioni preferite dagli italiani

A commentare l’ennesimo episodio di violenza nel Salento, anche il sindaco di Porto Cesareo, Silvia Tarantino che, attraverso i propri canali social, scrive: “A nome mio, dell’amministrazione comunale e di tutti i dipendenti e funzionari di Palazzo di Città esprimo piena solidarietà al comandante della polizia locale Cosimo Tafuro e all’agente con lui in servizio ieri, vittime di una aggressione mentre erano in servizio. La violenza nel Salento, tanto verbale quanto fisica non ha ragione d’essere e va fermamente condannata e mai giustificata. Colgo l’occasione per comunicare che per la stagione estiva arriveranno rinforzi con unità stagionali in seno al comando di polizia locale. Non solo. Assumeremo altri agenti in pianta stabile attraverso specifico concorso. Al comandante Tafuro e a tutta la sua squadra l’augurio di buon lavoro sempre all’insegna del rispetto delle regole, delle persone, dell’ambiente intorno a noi e del codice della Strada”.

x