« Torna indietro

Vittoria: Aiello vince causa contro il suo stesso Comune. Il risarcimento utilizzato per delle borse di studio

Pubblicato il 14 Dicembre, 2021

Il Tribunale di Ragusa ha condannato il comune di Vittoria al pagamento di 15.000 euro a favore di Francesco Aiello, ovvero a favore del suo stesso sindaco!

La curiosa sentenza è stata emessa dal giudice Massimo Pulvirenti dopo il rigetto della causa civile promossa nel 2014 dall’amministrazione del tempo, guidata dall’ex sindaco Giuseppe Nicosia per la mancata volturazione della proprietà di un “Centro di commercializzazione specializzato per la vendita di prodotti agricoli”, vale a dire il mercato ortofrutticolo di contrada Fanello. Il comune lamentava il pagamento dei maggiori oneri dovuto per la trascrizione che avevano causato un danno economico all’ente. Nel giudizio è stato dimostrato che le somme dovute dalla Regione per “la registrazione e la volturazione catastale dei suoli” erano state liquidate dalla Regione il 10 settembre 2010 e acquisiti dal comune con determina dirigenziale il 15 ottobre 2010. L’azione legale intentata dal comune di Vittoria nei confronti di Aiello era quindi infondata, essendo accertata la malafede e “la pretestuosità dell’azione giudiziaria e la “manifesta inconsistenza giuridica delle censure”.

Il sindaco Francesco Aiello dovrà quindi pagare 15.000 al cittadino Francesco Aiello! Stamattina, il primo cittadino, nel corso di una conferenza stampa indetta a Palazzo Iacono, ha reso noto che non terrà per sè il risarcimento ma impiegherà tale somma per la predisposizione di 15 borse di studio per studenti vittoriesi meritevoli delle scuole elementari, medie inferiori e medie superiori.