« Torna indietro

Macerata, la moda è pedalare

A Macerata in politica si parla di biciclette, bike sharing e sostenibilità

Lo ha detto Einstein in una frase semplice: “La vita è come andare in bicicletta. Per restare in equilibrio devi muoverti”.

E così a Macerata non si parla d’altro. In piena campagna elettorale, accantonate ancora per un po’ le diatribe ideologiche, i problemi dei negozi che chiudono, di un centro vuoto e di una città sonnolenta e macerata come il suo nome, risvegliata a strattoni dalla stagione lirica – eccellenza mondiale che ridà lustro per due mesi – che comincia stasera, sono le biciclette a fare la differenza.
Il candidato del centrosinistra, Narciso Ricotta, ha offerto ai cittadini la sua soluzione: il bike sharing, con sette punti di raccolta in tutta la città, per un programma di sostenibilità e rispetto dell’ambiente.

Gli ha risposto un altro candidato a sindaco, Alberto Cicarè di “Strada Comune”, che, follower della bici da sempre e suo abituale mezzo di trasporto, “negli ultimi cinque anni niente è stato fatto” al riguardo, spiegando nel dettaglio che con il traffico di Macerata delle ore di punta andare sul velocipede sarebbe impossibile. Punzecchiature al posto di punzonature future.
Ma è la Regione che ci mette il carico da quaranta, con la campagna Marche Outdoor.

L’altro giorno lo Sferisterio, in attesa di rappresentazioni liriche “distanziate”, ha ospitato l’ex ciclista professionista marchigiano, Andrea Tonti, che è fatto riprendere mentre girava impavido tra i palchi dentro all’arena. Testimonial del programma “tutti in bicicletta” (per duemila chilometri di percorsi in tutta la Regione e 130 Comuni interessati) è il noto campione Vincenzo Nibali, detto lo Squalo – ciò che diventeranno i candidati tra qualche settimana.

Nel frattempo ci accontentiamo delle bici. Non si smette di pedalare quando si invecchia, si invecchia quando si smette di pedalare, recita un altro noto adagio. E quindi Macerata pedala per non invecchiare, ignorando volutamente la propria età e fissità.

x