« Torna indietro

Usa, l’attentatore di Nashville ha agito da solo

L’attentato che ha distrutto un inero quartiere di Nashville sarebbe opera di un uomo solo, il 63enne Anthony Quinn Warner. Gli investigatori federali hanno concluso le loro indagini sul campo, ma non hanno ancora chiaro il movente. L’esplosione si era verificata il giorno di Natale. Il camper parcheggiato davanti al palazzo dell’At&t, gigante delle telecomunicazioni, era già parso sospetto agli agenti che controllavano la zona. La conferma che l’area doveva essere totalmente evacuata era venuta fortunatamente dall’altoparlante dello stesso camper: “Una bomba esploderà tra quindici minuti, se senti questo messaggio allontanati ora” aveva ripetuto più volte.

Così quella che avrebbe potuto essere una strage è fortunatamente diventata solo un’esplosione tremenda che ha distrutto un intero quartiere della nota città del Tennessee. Dieci edifici sono stati sventrati, compreso quello delle azienda telefonica e praticamente tutto lo Stato americano è stato per lungo tempo privo di comunicazioni. Anche il numero di emergenza, il 911, è andato in tilt, oltre a cellulari e internet. L’aeroporto, privo di segnali, è stato chiuso. Tre feriti in tutto.

x