« Torna indietro

Tragedia nel Salento. Intrappolato nel suo terreno, 65enne muore carbonizzato

Una tragedia nel Salento senza senso quella che è avvenuta oggi nella tarda mattinata. Un dramma che sicuramente poteva essere evitato, ma che resta avvolto da tanti aloni di mistero difficilmente spiegabili. Non solo incidenti stradali, quindi, a sconvolgere la quotidianità della comunità salentina, ma anche un incendio diverso da tutti quelli di cui abbiamo parlato in questi giorni. A perdere la vita in quest’assurdo episodio è Francesco Vergine, 65enne di Surbo che è rimasto intrappolato in un rogo di sterpaglie, partito dal terreno affianco al suo. L’uomo è stato raggiunto dalle fiamme e ne è rimasto intrappolato. Inutile la corsa in codice rosso in ospedale perché le ustioni erano già troppo gravi su tutto il corpo e non gli hanno lasciato scampo.

Tragedia nel Salento, indaga la Scientifica

L’episodio che ha scatenato la tragedia nel Salento, come detto, è avvenuto in tarda mattinata in una campagna che collega Surbo a Torre Rinalda. Secondo una prima ricostruzione dei fatti il 65enne si trovava sul proprio terreno quando, da quello attiguo di proprietà di un parente, sarebbero partite le fiamme che si sono propagate, invadendo anche la sua terra. Il proprietario del fondo da cui sono partite le fiamme ha allertato i soccorsi del 118, ma ormai non c’era più nulla da fare. Sul posto oltre all’ambulanza anche i vigili del fuoco e la Polizia. Ora bisognerà ricostruire l’esatta dinamica della vicenda e le indagini sono affidate agli uomini della Scientifica.

x