« Torna indietro

Qualità della vita 2021: Taranto crolla, perse 9 posizioni

Taranto crolla nella classifica finale Qualità della vita 2021, stilata da ItaliaOggi e Università La Sapienza di Roma, in collaborazione con Cattolica Assicurazioni, giunta alla XXIII edizione. La città bimare è passata dal 94° posto del 2020 al 103°. Parma è riuscita a conquistare la vetta, contesa per anni tra Pordenone e Trento, ora rispettivamente nona e seconda, risalendo dalla 39esima posizione. Crotone scivola all’ultimo posto. Quest’anno la qualità della vita è risultata buona o accettabile in 63 province italiane su 107. Le etichette sono quattro: buona, accettabile, scarsa e insufficiente. Oltre a Parma, altre province hanno scalato di molto la classifica rispetto allo scorso anno. Bolzano sale dall’ottava alla terza posizione, Bologna era 27esima e adesso è quarta, e Milano guadagna quaranta posizioni (dalla 45esima alla quinta), così come Trieste che si posiziona al settimo posto dal 40esimo. Infine il salto di Firenze dalla 31esima posizione alla sesta. Roma, nel gruppo di province con qualità di vita accettabile, dal 50esimo posto va al 54esimo e Torino dal 64esimo sale al 19esimo. Meno sorprese invece in fondo: sopra Crotone ci sono Napoli (era al 103esimo posto), Foggia, che risale due posizioni dall’ultima, e Siracusa, stabile.

x